Calcio: Novara in vetta, intervista al mister Notaristefano

Posted On 28 Ott 2008

Inizio di stagione sorprendente del Novara in Lega Pro 1, la nuova serie C1. Gli uomini di Notaristefano, con il successo per 2-1 sul Venezia, hanno raggiunto il Pro Patria in testa alla classifica. La rincorsa era partita tre settimane fa con la vittoria del Novara sulla Reggiana e la sconfitta dei rivali a Cremona, poi il successo in trasferta per 2-1 nello scontro diretto e infine l’aggancio in vetta sfruttando la disfatta dei lombardi battuti per 5-1 dal Lumezzane. Domenica prossima i piemontesi tenteranno il sorpasso sul campo del Cesena, ma prima dovranno pensare al Varese avversario di Coppa Italia mercoledì allo stadio Silvio Piola.
Abbiamo intervistato il mister Egidio Notaristefano.

Come giudica questo inizio del Novara?
“Un avvio molto positivo: i ragazzi si sono impegnati tantissimo, hanno preparato bene le partite e hanno riscosso i risultati”.
Il punto di forza della squadra?
“Il gruppo si preparabene durante la settimana, lavora con grande impegno e sacrificio, cerca di portare questa filosofia anche nella partita e ci riesce molto bene”.
A inizio di stagione si aspettava di occupare la prima posizione in classifica?
“In questo momento siamo primi in classifica ma il campionato è lungo. Noi dobbiamo solo continuare a lavorare come stiamo facendo e crederci, essere consapevoli che abbiamo delle buone qualità e che per essere meglio delle altre dobbiamo ogni volta dare qualcosa in più perchè quando stai lì in alto le altre squadre ti affrontano in una maniera diversa”.
Obiettivi?
“Non ci sono obiettivi di classifica: noi la classifica non la dobbiamo vedere, dobbiamo solo pensare di entrare in campo facendo sempre il meglio, cercando sempre di vincere le partite perchè questa deve essere la nostra filosofia, con grande impegno e sacrificio, poi arriveranno, come già sta succedendo, sia le prestazioni che i risultati”.
Grande qualità per il Novara con Gallo, Rubino, Berti e Centurioni. Quest’anno nuovi innesti importanti, cosa hanno dato in più alla squadra?
“Quest’anno sono arrivati Bertani, Porcari, Tombesi, Piraccini. Hanno portato qualità a una squadra che già ne aveva parecchia e adesso dobbiamo solo metterci del dinamismo, come l’abbiamo messo domenica. Se riusciamo ad unire queste due componenti diventamo una squadra ottima; se invece nion riusciamo ad unirle diventiamo una squadra monca”.
Mercoledì sfida di Coppa Italia con il Varese, come vi presenterete?
“Cercherò di far giocare chi ha giocato di meno anche perchè fortunatamente non dispongo di una rosa limitata in quanto a qualità, ma tutta la rosa è dotata di buonissima qualità. Sono convinto che si farà bene”.

L'autore

Lascia un commento