Piemonte: crolla il ricorso alla cassaintegrazione. Ma la realtà è complessa

Posted On 31 Lug 2017

cantiere-TAV
Meno 57 percento nelle richieste di cassaintegrazione in Piemonte nel primo semestre 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E’ confortante per l’andamento dell’economia regionale il dato diffuso nel consueto rapporto Uil. Attenzione però alle sperequazioni, che sono sia tra settori dell’economia sia tra province: Vercelli e Biella sono infatti in controtendenza. Dunque – secondo la stessa Uil regionale, nella persona del suo segretario Gianni Cortese – l’effettivo impatto positivo di un simile dato si misurerà sulla capacità, da parte delle imprese in fase positiva, di assorbire la manodopera che risulta in esubero in altre imprese.

L'autore

Lascia un commento