FCA: novità Alfa Romeo e Jeep in primo piano

Posted On 08 Set 2017

 

Il gruppo FCA continua la progettazione di nuovi modelli, da presentare nei prossimi anni. In particolare l’amministratore delegato Sergio Marchionne vuole centrare l’obiettivo del rilancio dell’Alfa Romeo. Il piano per la rinascita, iniziato con la berlina Giulia e il SUV Stelvio, verrà portato avanti nel prossimo futuro, attraverso la presentazione di altre diverse novità. In cantiere ci sarebbero un crossover medio, più piccolo dello Stelvio, e un’ammiraglia, che secondo alcune fonti potrebbe ricevere il nome storico “Alfetta”. Anche il restyling della Giulietta dovrebbe essere una delle priorità della casa. Per questo modello si starebbe pensando anche ad adottare la trazione posteriore, sinonimo di maggiore impronta sportiva. Per il 2020 ci sarebbe anche l’idea di lanciare una nuova spider. Un modello “scoperto” manca infatti dal listino dal 2010, ed andrebbe a competere con auto affermate come BMW Z4, Mercedes SLC e Audi TT. Intanto l’Alfa è sbarcata anche in Giappone, dove il gruppo FCA nell’ultimo anno ha fatto registrare circa 20mila vetture vendute. L’obiettivo sarebbe quello di stabilire nel paese una rete di concessionarie di alto livello, in modo da incrementare le vendite.

Per Jeep invece, è stato confermato che il Wrangler verrà prodotto anche nel 2018, mentre in seguito subirà quasi sicuramente un restyling. Dopo l’uscita della Grand Cherokee Trackhawk, versione sportiva da 717 Cv del fuoristrada Jeep, la casa starebbe pensando di adottare la medesima denominazione, ma per la Renegade. Si aggiungerebbe così una variante sportiva di questo modello, che andrebbe ad inserirsi in un settore, quello delle crossover e SUV ad alte prestazioni, che attualmente non vede molti concorrenti. Parallelamente, seguendo la stessa idea, anche la “gemella” Fiat 500X potrebbe ricevere un upgrade sportivo da Abarth.

Ancora nessuna novità rilevante invece per quanto riguarda Lancia. Il marchio torinese, che attualmente vede solo la Lancia nel suo listino, continua a subire una lenta agonia. Non si intravedono infatti novità per i prossimi mesi.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento