Dermatosi e dermatite: come distinguerle e come curarle

Posted On 26 Ott 2017

I termini dermatite e dermatosi hanno in comune la radice “derma” (pelle), derivante dal greco antico. Ed è forse proprio questo il motivo per cui molto spesso, nel linguaggio comune, il loro significato viene equiparato. In realtà, però, sono due patologie ben diverse che devono essere differenziate. In linea di massima la dermatite è caratterizzata da un’infiammazione acuta e, una volta contratta, impiegherà diverso tempo a guarire, mentre la dermatosi si presenta con manifestazioni croniche, spesso legate a fattori interni dell’individuo.

La dermatosi: sintomi, cause e cure

Il termine “dermatosi” può essere associato anche a malattie delle mucose e del cuoio capelluto. In generale la sua manifestazione varia a seconda del tipo di dermatosi da cui si è affetti. Tra le persone è possibile distinguere diversi tipi di dermatosi, che a loro volta si manifestano in modi diversi. Una delle forme più comuni è con pustole, raggruppate nella zona toracica dell’individuo che non generano alcun prurito. Un’altra forma comune di dermatosi è quella che si presenta soprattutto nelle persone geneticamente predisposte, che prevede la presenza di un’infiammazione cronica e la comparsa di piccole papule di colore scuro in rilievo su viso e collo. Non di rado, questa patologia affligge il cuoio capelluto: in questo caso si manifesta attraverso la comparsa di croste giallastre nella zona della testa che, se non adeguatamente trattate, possono anche lasciare cicatrici. Infine, anche i bambini possono essere affetti da dermatosi: questa si presenta sotto forma di sfogo erimatoso attorno a genitali, addome inferiore e glutei.

Per calmare l’irritazione e curare la dermatosi la terapia più efficace è quella che fa uso di corticosteroidi per via orale ma, in casi estremi, si può ricorrere anche a quella che viene definita dermo-chirurgia. In generale, però, per ristabilire le condizioni fisiologiche dell’epidermide e alleviare fastidiosi pruriti è consigliato utilizzare dei rimedi topici specifici per dermatosi infiammatorie come ad esempio la crema di Lichtena che, oltre ad avere effetto emolliente, rispetta il pH della pelle e protegge la cute, grazie alle sua proprietà antiossidanti.

Dermatite: ecco le differenze.

La dermatite è un’infiammazione generica della pelle causata da differenti agenti, soprattutto di natura esterna. Anche per la dermatite le cause scatenanti possono essere diverse, ma generalmente sono da ricollegarsi a fattori esterni, come ad esempio il contatto con sostanze irritanti per l’individuo. La dermatite può scatenarsi a causa di allergie, sia da contatto sia alimentari ma anche in caso di dieta scorretta o alimentazione poco sana. Un tipo di dermatite molto comune è quella legata a un’eccessiva esposizione ai raggi solari, la cosiddetta allergia al sole. A prescindere dal fattore scatenante la dermatite è caratterizzata dalla presenza di eritemi e vesciche, che causano prurito e, alle volte, anche micosi.

Per trattare adeguatamente la dermatite è necessario capire se essa è causata da un’allergia a un alimento o tessuto. In secondo luogo, per eliminare il prurito e calmare l’irritazione è possibile ricorrere a cortisoni in crema, antistaminici e antimicotici. Si può trovare giovamento anche nei rimedi naturali come un impacco a base di bicarbonato di sodio, aceto di mele e camomilla da applicare alla zona irritata.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento