FESR3

Il nuovo Ljajic: «Al Toro mi sento a casa»

Posted On 12 Giu 2018

Non lascia. Anzi, raddoppia. Adem Ljajic, a pochi giorni dall’inizio dei Mondiali in Russia, che affronterà da protagonista con la Serbia, parla di Toro. E conferma la volontà di rimanere alla corte di Mazzarri, dopo un ambientamento piuttosto complicato con il tecnico di San Vincenzo: «Il mio presente è granata, stesso discorso per il futuro. Lì sono felice e con Mazzarri va alla grande: perché dovrei pensare di andare via? Da quando sono arrivato l’obiettivo è sempre stato chiaro. Squadra, società e tifosi: tutti vogliono l’Europa. E l’anno prossimo ci proveremo con ancora più convinzione».

La testa ora è finalmente a posto. E Ljajic promette: «L’Adem di oggi è diverso, dimenticatevi quello di prima: ormai da tempo ho messo la testa a posto, poter stare tranquilli. Con molta onestà ammetto che c’è stato un periodo in cui non giravo. Sia fisicamente che psicologicamente. Forse il problema era la testa e, purtroppo, anche in campo si vedeva. Ma ora potete stare tranquilli: l’ho messa a posto».

Ora testa al Mondiale. Strada che può aprire alla clamorosa offerta di una big, come Ljajic spiega alla Gazzetta dello Sport: «Futuro? Ho due anni di contratto e sono felice al futuro. Offerte da big? Se poi dovessero presentarsi delle squadre con delle offerte concrete ne parleremmo con la società, in maniera molto tranquilla. Ora la mia testa è rivolta al Mondiale».

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento