1° maggio: cortei e manifestazioni a Torino


Anche a Torino cortei e manifestazioni per una Festa dei Lavoratori, per la seconda volta in emergenza e anomala, con tutti i negozi aperti.

La cerimonia ufficiale dei sindacati è in programma nella sala ‘Carpanini’ del Comune di Torino ed è diffusa attraverso uno schermo in piazza San Carlo.

E’ un 1° Maggio organizzato su tre piazze: quella di Cgil, Cisl e Uil, in piazza San Carlo, quella dei sindacati autonomi in piazza Castello e quella No Tav partita da piazza Vittorio con lo striscione: «Per salvarci dobbiamo cambiare sistema».

Qualche tafferuglio si è verificato quando il corteo sociale è arrivato in piazza Castello e ha cercato di sfondare il cordone delle forze dell’ordine per raggiungere il Municipio dove si teneva la cerimonia ufficiale dei sindacati con la sindaca Appendino e l’arcivescovo Nosiglia.

Il presidente Cirio su Facebook scrive: “Sarà una vera festa quando davvero il lavoro sarà una certezza per tutti.

Per ora ringraziamo tutti i lavoratori e diamoci da fare davvero e senza distinzioni, perché si possa ripartire senza che nessuno venga lasciato indietro.”

Anche la sindaca Appendino ha postato il suo pensiero su Facebook: “Se è vero che questo Primo Maggio è quanto mai lontano dall’essere una festa, è anche vero che ci sono elementi all’orizzonte che ci fanno guardare al futuro con ottimismo.
Un primo, fondamentale, passo, lo abbiamo visto con i fondi del NextGenerationEU destinati all’Italia, la parte più vasta rispetto a tutti i partner europei.
220 miliardi destinati a una ricostruzione completa del nostro Paese e del nostro tessuto socio-economico”.

Leave a Reply