Al via la maturità per 33 mila studenti del Piemonte

Posted On 19 Giu 2019

Inizia oggi la maturità per 33 mila studenti del Piemonte con la prima prova di italiano. Alle 8:30 di oggi, gli istituti hanno ricevuto il plico telematico dal ministero contenente 7 tracce divise per tipologie: Ungaretti e Sciascia per l’analisi del testo, Stajano, Montanari e Fernbach per il testo argomentativo e testi su Dalla Chiesa e Bartali per il tema di attualità.

Sono tante le novità dell’esame di quest’anno, il primo dopo la riforma: la seconda prova prevederà infatti quesiti sia di greco che di latino per i licei classici e quesiti di matematica e fisica per i licei scientifici; la terza prova è stata eliminata del tutto e il colloquio orale non prevede più l’esposizione della tesina. Cambiano anche i punteggi: il percorso scolastico sarà valorizzato maggiormente con 40 punti massimi (contro i 25 degli anni scorsi), le prove scritte passano da 15 a 20 punti ciascuna mentre l’orale passa da 30 a 20 punti, prevedendo anche l’estrazione di una delle tre buste contenenti il materiale utile per poter iniziare la prova. Il voto resterà dunque espresso in centesimi.

I dubbi e le paure non aleggiano solamente tra i maturandi, ma anche tra i professori: secondo l’Ufficio Scolastico di Torino sarebbero stati sostituiti 23 presidenti di commissione e 135 commissari. Le maggiori preoccupazioni dei docenti si concentrano sul colloquio, temendo che le valutazioni siano troppo diverse rischiando di penalizzare alcuni studenti.

Questa mattina la sindaca Chiara Appendino ha voluto incoraggiare i candidati con un post su Facebook: «Torino avrà bisogno di tutti voi per diventare la Città del domani», ha scritto la prima cittadina, incoraggiando e invitando alla responsabilità i 17 mila studenti torinesi e augurando loro che «questi esami di maturità possano essere una delle più intense esperienze della vostra vita».

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento