Alessandria: ultimo saluto ai tre vigili del fuoco

Posted On 08 Nov 2019

Tutti in preghiera per i tre pompieri morti in servizio a Quargnento

Un applauso composto e commosso – quello della piazza della comunità di Alessandria – e un fiume di vigili del fuoco con il caschetto in mano hanno accolto alle 11.15 l’arrivo delle salme anticipate dalle sirene delle scale che tante volte Matteo, Antonio e Marco hanno sentito. 

Presenti ai funerali di Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, celebrati da Monsignor Guido Gallese Vescovo di Alessandria, i vertici di Stato- il premier Conte, il presidente della Camera Fico, i ministri dell’Interno Lamorgese e della Pubblica Amministrazione Dadone.

Presente anche Giuliano Dodero il capo squadra ferito nell’esplosione di Quargnento.

“Sono morti in un atto di servizio alla nostra comunità” – ha aperto così la celebrazione monsignor Gastaldo – che ha aggiunto anche: “Matteo, Antonio e Marco sono civili militari che hanno salvato tante altre persone. Siamo qui insieme per questo momento di dolore profondo”.

In moltissimi hanno reso omaggio ieri alla camera ardente allestita al comando provinciale dei vigili di Alessandria e ancor più oggi nel giorno dei funerali si sono presentati alle esequie per esprimere vicinanza ai familiari che hanno perso i loro cari. E molti si aspettano di trovare una risposta alla domanda “quanto vale la vita di un pompiere che non solo una delle tre vittime si è chiesto ma che ancor di più oggi tutti siamo spinti a domandarsi.

Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto con due reati dolosi molto gravi: crollo e omicidio plurimo. Gli inneschi potrebbero far propendere per la pista dei nemici del proprietario del casale o anche per quella del premio assicurativo che, in seguito all’incendio, sempre il proprietario avrebbe potuto incassare.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento