ContemporaryArt 1180×45

Andrea Belotti preoccupato per i tanti colleghi contagiati


L’attaccante del Torino e della Nazionale, Andrea Belotti, ha espresso la sua preoccupazione a Rai Sport per i tanti contagi tra i giocatori: “In una squadra di calcio c’è sempre un contatto con altri giocatori, il rischio di contagiare e contagiarsi c’è. Penso che bisogna attenersi a tutte le precauzioni che stiamo seguendo, anche in nazionale stiamo facendo tamponi e test, perché siamo sempre a contatto tra di noi e basta veramente poco”.

Belotti dal ritiro di Coverciano ha anche parlato del suo periodo del lockdown: “Sono stato con mia moglie in casa senza purtroppo riuscire a vedere i miei genitori perché vivono a Bergamo, la città più colpita”. “Quando ci siamo rivisti siamo rimasti tutto il giorno con la mascherina e non ci siamo neppure abbracciati. Mio padre temeva di contagiarmi, nonostante non avesse il virus”.

Alla domanda relativa alla forza della Nazionale ha risposto: “Abbiamo tanti giovani, sappiamo che dobbiamo ancora lavorare tanto, c’è ancora un grosso margine di miglioramento e quindi questa nazionale può diventare sempre più forte col passare del tempo secondo me”.

Leave a Reply