ContemporaryArt 1180×45

Appendino: “Profumo e Peveraro dovrebbero fare un passo indietro”

Home Top news Appendino: “Profumo e Peveraro dovrebbero fare un passo indietro”

IMG_20160620_124404-300x192 Appendino: "Profumo e Peveraro dovrebbero fare un passo indietro" Una conferenza stampa veloce ma già ricca quella del nuovo sindaco di Torino Chiara Appendino a Palazzo di Città. Dopo i ringraziamenti a attivisti, simpatizzanti e alla famiglia e agli assessori, Appendino si rivolge subito a coloro che non l’hanno votata: “Credo che la grande sfida sarà quella di riunire la città e per farlo è necessaria essere insieme. La nostra sfida sarà non far sentire sola la città”.

La neosindaca invoca anche un rapporto sempre più diretto tra chi amministra e chi vive la città: “Con i miei assessori abbiamo deciso di decidere un giorno per ricevere i cittadini. Faremo almeno una volta al mese una giunta su Facebook nella quale i cittadini potranno fare domande. La grande sfida è riunire la città perché i cittadini si sentano parte di questa amministrazione”.

Chiara Appendino, sollecitata dai media, entra subito nel cuore di quelli che saranno i temi principali, a partire dalla questione Tav: “Il sindaco non può bloccare il Tav, racconterò le ragioni del no”.

Subito dopo uno degli argomenti più sentiti: le periferie: “Bisogna ripartire da lì. Abbiamo lanciato nel nostro programma elettorale un patto per il rilancio delle periferie. Metteremo al tavolo tutti i soggetti economi e sociale e faremo partire un piano quinquennale per le periferie”.

Questa la risposta a chi le chiede dove saranno trovati i fondi per il reddito cittadinanza “Io come sindaco insieme a Virginia Raggi faremo pressione sul governo affinché possa essere introdotto a livello regionale e nazionale. Farò pressione anche su Chiamparino. A livello comunale, come da programma, non è previsto”.

Appendino afferma poi di aver parlato già ieri sera con Beppe Grillo, ma non ancora con la collega di Roma Virginia Raggi: “Ho sentito Beppe Grillo e mi ha raccontato di aver mostrato un appendino, non avevo visto quella scena. Non ho invece ancora sentito Virginia”.

In chiusura, una battuta su Profumo e Peveraro, nominati da Fassino alla presidenza della Compagnia di San Paolo e di Iren che per la neoeletta “dovrebbero fare un passo indietro”.

Leave a Reply