Paralimpiadi, il primo oro è torinese: vince i 100 mt la nuotatrice Carlotta Gilli


Sul suo sito si legge ancora: “Il mio sogno? Partecipare alla Paralimpiade di Tokyo 2020!”. Carlotta Gilli ha fatto di più, ha trionfato nei 100 metri farfalla femminili classe s13 (ipovedenti) nella finale disputata al Tokyo Aquatics Centre. Nella stessa gara (ma categoria s12) medaglia d’argento per Alessia Berra.

Soprannonominata Wondergilli, Carlotta ha vent’anni, ipovedente, è nata nel capoluogo e residente a Moncalieri, aveva già trionfato nei mondiali di Città del Messico e Londra.

Affetta dalla malattia di Stargardt, una retinopatia degenerativa su base genetica a trasmissione autosomica recessiva, è tesserata per la Rari Nantes Torino e per le Fiamme Oro.

Detiene 11 record del mondo (7 in vasca lunga e 4 in vasca corta) e tutti i record italiani sia in vasca lunga che corta su tutte le distanze.

All’esordio ai giochi paralimpici, nel ricco palmares di medaglie internazionali e record di Gilli ci sono l’oro nei 50 stile ai mondiali di Città del Messico, cui seguono nella stessa rassegna iridata anche i titoli nei 100 stile, nei 100 dorso, nei 100 farfalla, nei 200 misti, l’argento nei 400 stile. Ai mondiali di Londra del 2019 oro nei 50 stile libero, nei 100 stile libero, nei 100 dorso, nei 200 misti, argento nei 100 farfalla e bronzo nei 400 stile libero.

Leave a Reply