ContemporaryArt 1180×45

Casale Monferrato: dal 22 maggio mercato sperimentale con tutti i banchi


«Con l’avvio della fase 2 stiamo lavorando con il massimo impegno per combinare e armonizzare la sicurezza di tutti con l’esigenza di far ripartire le attività commerciali e i servizi. Con questo spirito abbiamo incontrato i rappresentanti del commercio ambulante e possiamo annunciare che venerdì 22 maggio, in forma rinnovata e sperimentale, tornerà il mercato di piazza Castello con tutte le bancarelle».

Queste le parole del sindaco di Casale Monferrato Federico Riboldi e dell’assessore Giovanni Battista Filiberti al termine dell’incontro avvenuto ieri, martedì 19 maggio: come previsto dai decreti nazionali e regionali, dunque, da venerdì saranno nuovamente presenti tutti i banchi e non solo quelli alimentari.

«Le regole che a cui ci si dovrà attenere – ha spiegato Filiberti – sono molto simili a quelle già introdotte per la vendita dei generi alimentari, come l’ingresso contingentato all’area mercatale grazie all’ausilio di Protezione Civile e Polizia Locale, l’uso della mascherina, l’individuazione di zone di ingresso e di uscita separate, il rispetto di una distanza minima tra persone di almeno un metro o l’accesso ai singoli banchi di non più di tre persone alla volta. E più in generale, comunque, il rispetto di tutte le norme di sicurezza previste dai decreti».

Per poter garantire tutte le prescrizioni, quindi, il mercato si estenderà sull’intera piazza Castello, con la chiusura al traffico veicolare anche delle strade che tradizionalmente attraversavano l’area di vendita: la via che unisce viale Marconi a via Aporti e quella che da via Aporti porta al Mercato Pavia.

«Il nostro obiettivo durante tutta l’emergenza – hanno concluso Riboldi e Filiberti – è stato quello di aiutare il commercio, nella piena salvaguardia della salute pubblica. È per questo motivo che, oltre all’avvio in modalità sperimentale del mercato, proprio in questi giorni ci saranno altre importanti novità; a partire dalle autorizzazioni per l’ampliamento dei dehors».

Leave a Reply