Eternit: inizia il processo impossibile

Home Top news Eternit: inizia il processo impossibile

amianto_1 <strong> Eternit:</strong> inizia il processo impossibile

Il primo obiettivo dell’udienza preliminare del caso Eternit in programma per domani a Torino è di riuscire ad aprirla. Un’impresa processualmente titanica come ha ammesso il Pm Raffaele Guariniello. Passerà alla storia come il più grande processo europeo contro i produttori di amianto. Un numero imponente di parti offese: 2.889. Quasi 3mila ex lavoratori degli stabilimenti italiani della Eternit uccisi dall’amianto. Ci vorranno otto pullman per portare al Palazzo di Giustizia di Torino tutti i residenti di Casale Monferrato, che intendono costituirsi parte civile. Solo due le persone ritenute responsabili di questa strage silenziosa. Stephan Schmidheiny, miliardario svizzero di 62 anni, e Jan Luis Marie Ghislain De Cartier De Marchienne, barone belga di 88 anni, accusati di disastro doloso e di omissione dolosa di controlli antinfortunistici. Tre le aule del palazzo di giustizia messe a disposizione delle parti. L’inchiesta si è concentrata sugli stabilimenti italiani di Cavagnolo, in provincia di Torino, Casale Monferrato, Rubiera (Reggio Emilia) e Bagnoli (Napoli).

Leave a Reply