ContemporaryArt 1180×45

Torino, nuova sede per la Cassa depositi e prestiti


Cassa Depositi e Prestiti inaugura a Torino la sua nuova sede in via Corte d’Appello 10. Il presidente di Cassa Depositi e Prestiti, Giovanni Gorno Tempini, è stato chiamato a tagliare il nastro della sede torinese di Cdp, che proprio nel capoluogo torinese nacque 170 anni fa.

La nuova sede si estende su una superficie di circa 400 metri quadrati nel centro del capoluogo piemontese e servirà due cluster di stakeholder pubblica amministrazione e imprese mettendo a disposizione oltre alle pratiche di istruttoria anche servizi di advisor e nella nuova sede lavoreranno 12 persone distribuite tra Cdp, Sace e Simest.

Con l’apertura dei nuovi uffici, CDP pone al centro della propria attività la crescita sostenibile dei territori – oggi più che mai per supportarli sia nella gestione delle difficoltà legate al Covid-19 sia nella ripartenza economica – attraverso il supporto alle imprese, con particolare attenzione a quelle di media e piccola dimensione, e allo sviluppo infrastrutturale delle regioni interessate operando in stretta sinergia con le fondazioni di origine bancaria presenti sul territorio (Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Fossano, Saluzzo, Savigliano, Vercelli).

La centralità dei territori fa da sempre parte del DNA della Cassa, che durante la pandemia ha messo in campo un vasto programma di misure straordinarie a supporto delle imprese e delle pubbliche amministrazioni.

“Mancano pochi mesi all’anniversario della fondazione di CDP. Oggi ci troviamo qui a Torino, dove Cassa Depositi e Prestiti è nata 170 anni fa, per ribadire il nostro impegno verso il territorio e la crescita del Paese. Impegno testimoniato dal solido legame con le imprese, dallo storico rapporto con le pubbliche amministrazioni locali e dalla stretta e sinergica collaborazione con le Fondazioni Bancarie torinesi, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, e con le altre fondazioni piemontesi: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Fossano, Saluzzo, Savigliano, Vercelli”, ha dichiarato Giovanni Gorno Tempini, Presidente di Cassa Depositi e Prestiti.

“C’è un rapporto storico che unisce CDP ai territori. Un rapporto che stiamo rafforzando e innovando grazie a un modello di cooperazione con le pubbliche amministrazioni e le imprese, per rispondere alle esigenze del territorio in una fase caratterizzata da nuove sfide per l’Italia, come la digitalizzazione e la sostenibilità ambientale e sociale. La firma del Piano Città per Torino un anno fa e di altri importanti accordi conclusi con le Istituzioni territoriali negli ultimi mesi, come quello per la realizzazione della linea 2 della metropolitana, ne sono una testimonianza. CDP da sempre mette al centro i territori; nella fase di emergenza da Covid-19 questo impegno si è ulteriormente rafforzato, con nuove misure straordinarie per sostenere le imprese e le pubbliche amministrazioni. Oggi siamo pronti a lanciare nuove iniziative a supporto dell’economia locale e del tessuto imprenditoriale, grazie ad esempio al Patrimonio Rilancio e alle risorse che arriveranno dal Recovery Fund. Siamo orgogliosi di dare avvio a questa nuova fase ripartendo dalla nuova sede di Torino, proprio qui dove Cassa Depositi e Prestiti è nata 170 anni fa, confermando ancora una volta il nostro ruolo di investitore paziente che punta sullo sviluppo e sul futuro del Paese.”, ha dichiarato Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato di Cassa Depositi e Prestiti.

Leave a Reply