ContemporaryArt 1180×45

Che fine ha fatto la terza tranche del bonus per partite IVA e lavoratori autonomi?


I titolari di partita IVA e i lavoratori autonomi, in virtù del Decreto Cura Italia e del successivo Decreto Rilancio, dovrebbero ancora ricevere una terza tranche del bonus a sostegno del calo di fatturato, provocato dalla chiusura forzata delle attività per l’emergenza sanitaria da Covid-19 nei mesi di marzo e aprile.

Dopo i 600 euro di marzo e aprile – depositati da INPS e dalla casse autonome dei vari ordini professionali rispettivamente a maggio e giugno – il bonus a maggio dovrebbe salire a 1.000 euro e dovrebbe venire erogato agli aventi diritto nel corrente mese di luglio.

Si attende un decreto interministeriale congiunto di Ministero del Lavoro e Ministero delle Finanze per i dettagli.

Non è chiaro se anche per i titolari di partite IVA iscritti in via esclusiva alle casse autonome di enti previdenziali diversi dall’INPS, il requisito sia avere avuto un fatturato ridotto del 33 per cento a marzo-aprile 2020 rispetto al fatturato di marzo-aprile 2019 e se si debba fare una domanda ad hoc oppure il bonus venga dato a chi aveva già ricevuto i due precedenti sostegni.

Un requisito che vale per la Gestione Separata dell’INPS, come riporta l’Istituto sul suo sito.

Leave a Reply