8 Gallery basket court 1180

Coniolo: Progetto “città cardioprotette” in collaborazione con Croce Rossa

Posted On 16 Feb 2016

uso defibrillatoreL’Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Coniolo e Sezione di Casale – sabato, 20 febbraio, donerà al comune monferrino un DAE, defibrillatore semiautomatico esterno. Lo strumento, utile per salvare vite, verrà installato in uno dei punti centrali del paese, accessibile a tutti. L’iniziativa si inserisce all’interno di un progetto promosso dalla Croce Rossa Italiana, comitato locale di Casale Monferrato, che ha come obiettivo quello di far conoscere alla popolazione l’importanza dell’uso dei defibrillatori semiautomatici (DAE) quale strumento salvavita. E’ importante diffondere nella comunità la cultura dell’emergenza, sensibilizzando istituzioni e cittadini a svolgere un ruolo decisivo nell’intervento di primo soccorso in attesa dell’arrivo del 118; pertanto, la Croce Rossa si occuperà prevalentemente della formazione del personale preposto all’uso del DAE e del suo corretto posizionamento all’interno della struttura pubblica. L’idea nasce principalmente dall’analisi dei dati: il 70% dei casi di arresto cardiaco avviene davanti ad altre persone che potrebbero iniziare le manovre di soccorso, ma soltanto nel 15% dei casi la rianimazione cardiopolmonare (RCP) viene iniziata da qualcuno dei presenti. Se questa percentuale aumentasse, fino a raggiungere il 50-60% dei casi, 100mila persone all’anno in Europa potrebbero salvarsi: solo in Italia, ogni anno, 60 mila persone muoiono per un arresto cardiaco, di cui almeno 5 su 10 potrebbero salvarsi con l’attuazione di manovre salvavita.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento