Coronavirus: in una lettera la preoccupazione di Andrea Agnelli


 Coronavirus: in una lettera la preoccupazione di Andrea Agnelli

Andrea Agnelli, in qualità di presidente della Juventus e dell’Eca (l’European Club Association, l’associazione che rappresenta i club europei con oltre 200 membri) ha lanciato un allarme in una lettera dove esprime la sua preoccupazione sulla sopravvivenza delle società calcistiche. Agnelli esprime l’apprensione di un movimento messo in difficoltà da uno stop forzato che avrà effetti devastanti sulle casse dei club e afferma: “Siamo tutti dirigenti responsabili del benessere e della sostenibilità dei club che gestiamo e che devono affrontare una vera minaccia esistenziale“. Il numero uno del club bianconero aggiunge: “dato che il calcio è ormai fermo, lo sono anche i nostri flussi di entrate da cui dipendiamo per pagare i nostri giocatori, il personale e altri costi operativi. Nessuno è immune e il tempismo è essenziale”.

Tutti o quasi si augurano che il campionato possa ripartire da dove è stato sospeso, vale a dire al termine della 26esima giornata. In Figc è stato anche valutato il possibile scenario per la stagione di Serie A e oltre al naturale proseguimento, con eventuale conclusione anche a luglio, ci sono anche altre ipotesi come lo stop all’ultimo turno disputato, l’annullamento della stagione e l’idea di un playoff per lo scudetto e di un playout per stabilire la retrocessione.

Leave a Reply