Da oggi entra in vigore il nuovo Decreto Conte: Piemonte “giallo” per due giorni, ma il weekend torna “arancione”. Divieto di spostamento fra regioni fino al 15 gennaio. Da oggi tornano a scuola gli allievi di elementari e medie


Il nuovo Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri nella serata del 4 gennaio, denominato Decreto Conte, sancisce il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio.

È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

Rientro a scuola per elementari e medie

Tornano a scuola da oggi, in Piemonte, gli alunni delle scuole elementari e delle scuole medie, mentre bisogna attendere sino a lunedì 18 gennaio per il rientro delle scuole superiori, indice di contagio permettendo.

Weekend in zona arancione

Nei weekend 9 e 10 gennaio, l’applicazione, su tutto il territorio nazionale, delle misure previste per la cosiddetta «zona arancione» (articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020).

In sintesi:

Il 7 e l’8 gennaio sono gialli

Il 7 e l’8 gennaio sono gialli, quindi spostamenti liberi ma all’interno della propria regione, sia pure con mascherina obbligatoria e distanziamento.

Aperti i bar e i ristoranti fino alle 18. Dopo quell’orario si potranno solo acquistare cibo e bevande da asporto o consegna a domicilio. Sono aperti anche i negozi e i centri commerciali.

Coprifuoco sempre in vigore dalle 22 alle 5.

Il 9 e il 10 gennaio sono arancioni

La stretta arriva sabato 9 e domenica 10 gennaio quando tutta Italia entra in fascia arancione.

Spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 (con autocertificazione) ma è vietato uscire dal proprio comune.

I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici.

Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. 

Coprifuoco sempre in vigore dalle 22 alle 5.

Poi, da lunedì 11 a venerdì 15 gennaio, il Piemonte torna giallo, in attesa dei riscontri epidemiologici e di un nuovo decreto.

Leave a Reply