ContemporaryArt 1180×45

Dal 1° luglio si potrà andare in ferie con il “Bonus vacanze”


Dal 1° luglio si potrà usufruire del cosiddetto “Bonus vacanze”, previsto dal Decreto Rilancio del Governo Conte (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020).

Un massimo di 500 euro per i nuclei familiari composti da più di due persone, 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e 150 euro per quelli composti da una sola persona.

L’ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) non dovrà essere superiore a 40.000 euro.

Può essere utilizzato fino al 31 dicembre di quest’anno e le spese devono essere sostenute in un’unica struttura e in un unico periodo. 

Deve essere il capofamiglia o comunque uno solo dei membri della famiglia a richiederlo. 

L’80% del bonus è sotto forma di sconto per il pagamento dei servizi prestati dal fornitore, il restante 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi. 

Il pagamento deve essere tracciabile, deve essere indicato il codice fiscale di chi ne usufruisce e si deve pagare direttamente alla struttura ricettiva o attraverso agenzie di viaggio o tour operator.

Non sono valide le prenotazioni sui portali su internet: Booking, Airbnb e così via.

Per sapere quale strutture aderiscono al Bonus, si può consultare (la pubblicazione è prevista per i prossimi giorni) il sito di Italyhotels, il portale web di Federalberghi.

Disponibile anche un App che si chiama IO, per avere informazioni su come richiedere il Bonus.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, invece, sono pubblicati una guida ed un vademecum per le strutture ricettive.

Leave a Reply