ContemporaryArt 1180×45

Differenza tra live streaming e streaming on demand


Grazie all’apporto delle nuove tecnologie le forme tradizionali di intrattenimento, come la televisione e la radio, si sono evolute verso una nuova dimensione digitale. Attraverso questo progresso, dovuto principalmente allo sviluppo delle infrastrutture e della rete Internet, oggi si ha la possibilità di usufruire di una serie di servizi per la visione e l’ascolto di contenuti multimediali, ovunque ci troviamo oppure comodamente da casa. Basti pensare ai nostri telefoni cellulari e tablet che ci permettono di vedere un film o un video in streaming, oppure alle nuove Smart TV le quali, una volta collegate alla rete, ci danno la possibilità di accedere ad un infinità di servizi multimediali restando comodamente nel salotto di casa.

In particolar modo la rivoluzione avuta attraverso i device portatili ci ha fatto toccare con mano il salto in avanti ottenuto nell’ultimo decennio. Oggi infatti, con pochi clic sul telefono, abbiamo la possibilità di restare in contatto con parenti e amici a distanza, effettuare veloci pagamenti in rete, provare NetBet roulette nel tempo libero, fare una videochiamata al nostro partner o controllare le ultime notizie di cronaca in tempo reale.

Il servizio in streaming si divide in due categorie principali, distinte per tipologia di offerta: Il live streaming e lo streaming on demand.

Il live streaming è forse il servizio di fruizione di contenuti al quale siamo più abituati perché più simile alla classica diretta televisiva. Attraverso un flusso di dati continuo che viaggia tramite la rete, un’emittente può effettuare una diretta di una trasmissione fino al nostro device personale. Smartphone, tablet, computer, consolle, Tv di ultima generazione e altri ancora, sono i dispositivi che ci permettono di ricevere questo segnale in diretta (con un ritardo di alcuni secondi) attraverso l’impiego di App dedicate o di programmi per la gestione dei segnali audio video provenienti appunto da un’emittente esterna. Nel mondo del Web, i social network sono un esempio lampante di come lo streaming live può essere utilizzato. Attraverso una diretta su Facebook ad esempio, testate giornalistiche, personaggi famosi, musicisti oppure semplici conoscenti o amici, possono inviare il proprio messaggio a centinaia di persone nello stesso momento nel mondo, semplicemente organizzando un evento con una data e un orario preciso al quale partecipare. Anche il mondo dello sport sta subendo il fascino dello streaming live; da alcuni anni a questa parte sono infatti nati nuovi canali online che si occupano di sport emergenti nel mondo dei videogames, ovvero gli E-sport. Un settore in forte crescita che sta spopolando soprattutto tra i più giovani e che vede un forte interesse da parte di grossi brand e investitori, visto il giro di affari che questo mercato si propone di muovere.

Tv-vintage-1024x1024 Differenza tra live streaming e streaming on demand

Tutti quei contenuti che abbiamo la possibilità di consultare quando vogliamo, fanno parte dello streaming on demand. Non più una diretta live attraverso la rete, ma contenuti caricati su di un sito da un editore digitale o da un’utente, che possono essere visti o ascoltati in qualsiasi momento della giornata. Un concetto nuovo di “televisione” che ha aperto le porte a servizi gratuiti e a pagamento, come i ben noti Netflix, Mediaset Premium, Sky, Amazon Prime Video, YouTube Premium, Apple TV+, Disney+ e molti altri ancora. Un vasto catalogo on demand di film e contenuti multimediali al quale possiamo accedere semplicemente con il nostro smartphone, con la Smart Tv, con il nostro computer, oppure con le moderne consolle per i videogames.

Leave a Reply