Il Benevento pareggia: ora al Toro basta un punto


Dopo la sonora sconfitta di ieri alla Spezia, le partite di oggi hanno consentito ai granata di fare comunque un ulteriore passo verso la salvezza. Incontro chiave era Benevento-Crotone, che i sanniti conducevano per 1-0 sino al recupero. Poi, improvvisamente, la rete di Simy che ha regalato il pareggio alla formazione calabrese già retrocessa e ha inguaiato ulteriorimente il Benevento favorendo, per l’appunto, il Torino. I granata hanno infatti ora tre punti in più della formazione di Pippo Inzaghi (35 contro 32), e hanno ancora da giocare il recupero di martedì in casa della Lazio nonché, all’ultima giornata, proprio Torino-Benevento.

La maniera più semplice per i granata per ottenere la salvezza sarebbe dunque non perdere martedì sera all’Olimpico di Roma. Anche soltanto ottenendo un punto infatti, il divario con il Benevento salirebbe a quattro lunghezze determinando la matematica retrocessione della formazione sannita.

Se invece il Toro dovesse soccombere alla Lazio, Torino-Benevento si trasformerebbe in un’autentica “finale salvezza”, in cui i granata avrebbero però a disposizione due risultati su tre: sarebbe, in altre parole, sufficiente un pareggio. Se invece vincessero i sanniti, le due squadre si appaierebbero a quota 35 ma il Benevento sarebbe avvantaggiato negli scontri diretti, visto che l’incontro di andata è terminato in pareggio. A retrocedere, sarebbero dunque i granata.

In altre parole, riassumendo tutto quanto detto sinora, il Toro si salva a patto di ottenere un solo punto nelle due partite ancora da giocare.

Leave a Reply