Il Pannunzio ricorda Amedeo di Savoia a ottant’anni dalla morte


A 80 anni dalla morte, avvenuta il 3 marzo 1943 a Nairobi, il Centro Pannunzio di Torino, presieduto da Pier Franco Quaglieni, ricorda Amedeo di Savoia, duca d’Aosta, a Torino in un incontro con lo storico Gianni Oliva.

L’appuntamento è giovedì 3 marzo, alle ore 17,30 nella sala Consiglieri di Palazzo dal Pozzo della Cisterna (via Maria Vittoria 12), oggi sede aulica di Città metropolitana di Torino, ma un tempo dimora della famiglia Savoia ramo duca d’Aosta. É proprio nel palazzo di via Maria Vittoria che Amedeo nacque il 21 ottobre 1898 da Emanuele Filiberto, secondo duca d’Aosta e da Elena di Borbone Orléans. Fu un generale e esperto aviatore, nonché vicerè d’Etiopia dal 1937 al 1941. Venne soprannominato per le sue imprese Duca di Ferro e Eroe dell’Amba Alagi.

L’incontro, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, si aprirà con la lettura da parte di Albina Malerba della poesia composta da Nino Costa “Per la mort del Duca d’Aosta” custodita nella biblioteca storica di Palazzo Cisterna.

Per l’occasione, la Città metropolitana di Torino che ha concesso il patrocinio all’evento, allestirà una piccola esposizione di libri, documenti e fotografie relative ad Amedeo di Savoia, conservate nella Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte Giuseppe Grosso che ha sede a Palazzo Cisterna.

Leave a Reply