Il Toro cade in casa con Napoli (0-2): bagarre per la salvezza


Con due gol nei primi minuti, il Napoli mette in ginocchio un Toro che in questo caso, più che vittima dei propri errori e delle proprie penurie, è parso vittima della straripante vena di una formazione partenopea che ha vinto sette degli ultimi otto incontri. Terrificante l'”uno-due” dei partenopei in apertura: Bakayoko al 11′, Osimhen al 13′. Di lì in poi formazione granata letteralmente annichilita per tutta la prima frazione, con il Napoli più e volte vicino al terzo gol. Più equilibrata la ripresa, con qualche occasione per il Toro ma con la formazione di Gattuso sempre sostanzialmente in controllo – e sempre sprecona -, complice la copiosa pioggia a rendere sempre più pesante il terreno di gioco.

Si complica più che mai la situazione del Torino, che resta a 31 punti al pari del Benevento e raggiunto da un Cagliari che, ieri, ha ottenuto la propria terza vittoria consecutiva. Magra consolazione per i granata il fatto di avere una partita in più da giocare, visto che la trasferta in casa della Lazio appare poco idonea a fare punti. Punti che dovranno invece obbligatoriamente giungere nel prossimo incontro, lunedì prossimo, di nuovo in casa stavolta contro l’ormai virtualmente condannato Parma. Incontro reso però a sua volta insidioso non solo dal fatto in sé di essere obbligati a vincere, ma anche e soprattutto dal fatto di non poter disporre per squalifica né di Verdi (già diffidato e oggi ammonito) né di Mandragora (oggi espulso per doppia ammonizione).

Leave a Reply