Il Toro prima latita, poi sogna, poi pareggia: 1-1 a Verona


Un solo punto a Verona per un Torino che, dopo un incontro abulico, era passato in vantaggio nel finale sognando tre punti che l’avrebbero allontanato in maniera sostanzialmente definitiva dalle zone calde della lotta per la salvezza.

Netta la supremazia territoriale per quasi tutto l’incontro da parte di un Hellas favorito dall’assenza di ogni pensiero di classifica. Altra musica nel finale: al 33′ della ripresa, cambio totale della linea d’attacco da parte di Nicola, che toglie Belotti e Zaza inserendo Sanabria e Bonazzoli. Sette minuti dopo, Vojvoda azzecca il colpo di testa vincente bissando il successo personale dello scorso turno e portando in vantaggo i granata.

Un sogno chiamato (di fatto) salvezza dura però soltanto tre minuti. Al 43′, De Marco pareggia i conti con un tiro da fuori. Giunge intanto da Benevento la notizia della netta vittoria del Cagliari sul Benevento, che, unita alla sconfitta di ieri dello Spezia, lascia comunque il Toro in acque di classifica più che discrete, con quattro punti in più del Benevento terzultimo. Resta il rimpianto che i punti di gap sui sanniti non siano addirittura sei.

Leave a Reply