ContemporaryArt 1180×45

Inps: alle fasi finali l’iter di liquidazione della CIG in deroga


Il direttore regionale dell’Inps Emanuela Zambataro, comunica i numeri relativi alle Prestazioni emergenziali dell’istituto sulla base del decreto “Cura Italia” e che ha visto il coinvolgimento anche delle Regioni in fase concessoria.

Le domande di Cassa Integrazione in deroga trasmesse dalla Regione ad INPS sono, ad oggi, 63.529. INPS ha autorizzato 62.258 domande, pari al 98 % del pervenuto, mentre per il restante 2 % ha segnalato alla Regione la presenza di anomalie, per le verifiche di competenza.
Le sedi INPS del Piemonte hanno messo in pagamento, al 21 giugno, il 100% delle domande di Cassa in deroga trasmesse dalla Regione ad INPS entro il 31 maggio u.s., pari a 57.265 domande, per le quali è stata rilasciata apposita autorizzazione.
Ad oggi sono 132.147 i lavoratori per i quali INPS ha disposto il pagamento diretto della Cassa in deroga.

Per 7.205 di loro gli importi spettanti, già messi in pagamento da INPS tra il 20 e il 21 giugno, grazie all’impegno del personale che ancora una volta ha lavorato nel fine settimana, saranno accreditati sui conti correnti entro il 30 di giugno, tenuto conto dei tempi degli istituti bancari. I restanti 124.942 lavoratori hanno già riscosso la prestazione.

L’attività prosegue a pieno ritmo, sette giorni su sette, per la lavorazione delle 4.993 domande che la Regione ha trasmesso a giugno. Tali istanze sono state prontamente autorizzate da INPS e ne è stata data immediata comunicazione ai datori di lavoro. Il relativo pagamento sarà effettuato con celerità, di mano in mano che perverranno all’Ente, da parte di aziende ed intermediari, i dati relativi ai lavoratori, mediante l’invio del mod. SR 41.

Per le aziende che sono state già autorizzate a fruire di 9 settimane di Cassa Integrazione in Deroga, a partire dal 18 giugno la domanda di CIGD per le successive 5 settimane dovrà essere presentata direttamente ad INPS.
La domanda è disponibile nel portale INPS, www.inps.it, nei Servizi OnLine accessibili per la tipologia di utente “Aziende, consulenti e professionisti”, alla voce “Servizi per aziende e consulenti”, sezione “CIG e Fondi di solidarietà”, opzione “CIG in deroga INPS”. Al portale “Servizi per le aziende ed i consulenti” si accede tramite codice fiscale e PIN rilasciato dall’Istituto.
Per le aziende che sono state autorizzate a fruire di un periodo di CIGD inferiore a 9 settimane, è invece necessario presentare una nuova domanda alla Regione, per il periodo residuo, fino alla concorrenza delle 9 settimane.
Le sedi INPS del Piemonte hanno autorizzato, al 12 giugno u.s., anche 30.479 domande di CIG ordinaria, in parte a pagamento diretto e in parte a conguaglio, per un totale di 551.406 beneficiari e 13.230 domande di Fondo di Integrazione salariale legate alle prestazioni emergenziali, per un totale di 177.649 beneficiari.

Sono 32.282 le domande finora presentate di Reddito di emergenza (c.d REM) , pari all’ 8% del dato nazionale.
Per quanto riguarda le prestazioni a supporto della genitorialità, da aprile ad oggi sono stati erogati:

  • 28.010 voucher baby sitting;
  • 11.145 bonus asilo nido;
  • 6.819 premi alla nascita;
  • 927 assegni di natalità .

Infine, sono 565.893 i beneficiari del Bonus 600 Euro che hanno già ricevuto gli importi spettanti per marzo ed aprile.

Leave a Reply