Juve: a San Siro per ricominciare


Uno dei casi in cui più che mai duole l’assenza di pubblico. La Juventus che dà l’assalto alla capolista partendo da quota meno dieci: uno scenario che riporta la memoria indietro di più di un decennio, sino a prima del trasloco allo Juvestadium e dei nove titoli consecutivi. Non si presenta in tempo a questa sorta di appuntamento con la storia (inizio ore 20,45) Zlatan Ibrahimovic, il cui recupero è in fase avanzata ma non è ancora stato completato. Per contro, la Juve si presenta a San Siro priva dell’infortunato Morata. Spazio dunque a Dybala, che in extremis ha firmato il quarto gol bianconero di domenica all’Udinese ma che, ogni volta, appare da riscoprire con le sue luci e con le sue ombre.

Se si considera che – dopo le nuove decisioni su Juve-Napoli – i dieci punti di gap dal Milan sono frutto anche di una partita in meno, una vittoria bianconera stasera potrebbe seriamente rilanciare le ambizioni di vertice di CR7 e compagni. Ambizioni che sarebbero peraltro da coltivare proprio alla luce del recupero della gara con i partenopei, che potrebbe giungere verso la fine del campionato così sfalsando a lungo gli accostamenti di classifica. Ma prima di tutto ciò viene il verdetto di questa sera: senza i tre punti, il campionato bianconero apparirebbe in gran parte compromesso.

Leave a Reply