Juve, Sarri si presenta: “Darò il 110 per cento”

Posted On 20 Giu 2019

Il giorno di Maurizio Sarri alla Juventus è arrivato. Oggi la sua prima conferenza stampa da allenatore bianconero presso la sala “Gianni e Umberto Agnelli” dell’Allianz Stadium di Torino.

Sono molto contento di essere qui. Queste le prime parole di un emozionato Maurizio Sarri che dopo un anno al Chelsea è tornato in Italia. La Juventus me ne ha dato l’opportunità. È il coronamento di una carriera molto lunga che nell’80% è stata anche difficilissima. Non ho mai visto in 30 anni una società così determinata a prendere un allenatore.

Mi aspetto di alzarmi la mattina e studiare il modo di vincere le partite. La Juventus in Italia ha l’obbligo di mettersi sulle spalle il fardello di essere la favorita e di dover fare bene. Poi se entriamo nel discorso Champions League la Juventus ha l’obbligo di partire con l’obiettivo di vincere, ma si sa che ci sono altre 8-9 squadre con lo stesso obiettivo.

Impossibile, durante la presentazione, non affrontare l’argomento Napoli. Il tecnico non rinnega il suo passato da tecnico del Napoli dal 2013 al 2018. Da bambino ero tifoso del Napoli e lì ho dato tutto, dal punto di vista professionale e morale. Non è stata colpa della società, ma mia, perché il dubbio tra continuare o andare via era forte. Ho preferito andare all’estero, per non passare subito a un’altra italiana. Penso di avere rispettato tutti.

Tantissimi gli interrogativi , dal modulo dei giocatori ai nuovi record da far battere a Cristiano Ronaldo, dal passato al Napoli all’eredita di Allegri, ma su tutte la risposta è univoca: l’obbligo di vincere.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento