La cultura del recupero si studia a scuola con la Disco Soup del Liceo Gioberti


L’intera comunità del noto Liceo torinese è impegnata nell’organizzazione di una cena per sensibilizzare a utilizzare gli avanzi e ridurre gli sprechi. L’iniziativa è in programma martedì 7 giugno allo spazio comunitario di via Baltea.

disco-soup-7giu La cultura del recupero si studia a scuola con la Disco Soup del Liceo Gioberti

Disco Soup è un format ideato dalla rete dei giovani di Slow Food. L’idea è semplice ed ottima allo stesso tempo.

Si tratta di prevenire lo spreco alimentare attraverso la raccolta di alimenti che il giorno successivo non verrebbero più messi in vendita perché troppo maturi, magari leggermente ammaccati, o imperfetti. I commercianti dovrebbero eliminarli, invece possono donarli per organizzare una festa dove si lavora a ripulire il cibo e lo si offre gratuitamente.

Durante la serata si suona, magari si balla, certamente si sensibilizza il pubblico ad affrontare lo spreco e i cambiamenti climatici.

disco-soup1-959x1024 La cultura del recupero si studia a scuola con la Disco Soup del Liceo Gioberti

La Disco Soup della quale parliamo oggi ha una particolarità che la rende unica. È organizzata dagli studenti di un liceo torinese che ha aperto al suo interno la prima Comunità Scolastica mondiale di Slow Food.

Il Liceo Classico e Linguistico V. Gioberti ha sede in pieno centro città, di fronte a Palazzo Nuovo e una succursale alle spalle del mercato di piazza Santa Giulia.

Allievi e docenti di oggi e di ieri sono uniti in Comunità dal 2019 e conducono quotidianamente una serie di progetti di grande interesse.

Martedì 7 giugno presentano al pubblico la loro Disco Soup.

Al termine delle lezioni raccoglieranno il cibo, per il quale hanno stretto accordi con negozianti, centri commerciali, operatori dei mercati rionali. Poi lo prepareranno e metteranno in tavola una cena.

La musica è assicurata dalla band del Liceo.

disco-soup2-711x1024 La cultura del recupero si studia a scuola con la Disco Soup del Liceo Gioberti

Per aprirsi al territorio l’evento si svolge al Centro Comunitario di via Baltea 3, uno spazio multifunzionale attrezzato che opera per la socialità.

Saranno ospiti la Fattoria Roggero e la Comunità Slow Food degli Impollinatori urbani, con i quali la comunità giobertina intrattiene rapporti di collaborazione.

Non è previsto un costo di ingresso, ma è gradita un’offerta libera per supportare un progetto nel quale la Comunità Slow Food Liceo Gioberti Torino è impegnata: il sostegno all’orto comunitario del Limpopo, da loro aperto tre anni fa in Sudafrica per consentire alla popolazione di un piccolo villaggio di sostenersi in autosufficienza.

SF-comunita La cultura del recupero si studia a scuola con la Disco Soup del Liceo Gioberti

Recentemente Coldiretti Cuneo ha evidenziato il fatto che nell’attuale congiuntura economica sette famiglie su dieci siano impegnate a ridurre gli sprechi a tavola. Una tendenza che «al valore economico aggiunge anche quello etico ed ambientale in un Paese come l’Italia dove in media – sottolinea la Coldiretti – finiscono nella spazzatura quasi 31 chili all’anno di prodotti alimentari per un totale di oltre 1,8 miliardi di chili da smaltire».

Una bella occasione per conoscere una giovane realtà scolastica e per contribuire in prima persona alla cultura del recupero.

Informazioni e prenotazioni: 3755613058.

Leave a Reply