La Juve fatica poi dilaga: 4-1 all’Udinese


La Juve riscatta la brutta sconfitta casalinga subita dalla Fiorentina prima della pausa natalizia battendo l’Udinese con un risultato rotondo, maturato però con una fatica che, specialmente nel primo tempo, è apparsa eccessiva.

Pessimo avvio da parte dei bianconeri, che passerebbero addirittura in svantaggio se al 12′ il Var non annullasse la rete di De Paul per un fallo di mano. Juve comunque incerta e timorosa per tutto il resto della prima frazione, conclusa tuttavia in vantaggio grazie alla prodezza balistica di Cristiano Ronaldo che al 31′ di destro castiga un errore difensivo dei friulani.

Altra musica nella ripresa, in virtù della presumibile strigliata da parte di Pirlo nell’intervallo. Al 50′ CR7 veste i panni del suggeritore e lancia a rete Federico Chiesa, stasera forse il migliore in campo. La Juve farebbe tris tre soli minuti dopo, ma – anche questa volta per un fallo di mano – la Var annulla nuovamente. Ancora quattro minuti e per la Juve c’è un momento di paura: traversa piena di Stryger Larsen su palla schiacciata di testa. Il brivido scuote i bianconeri, che al 70′ trovano il 3-0 ancora con Cristiano Ronaldo, che stavolta fa centro di sinistro.

Non demorde l’Udinese, che al 73′ centra nuovamente la traversa con Zeegelaar, che al 90′ regala agli ospiti un meritato gol della bandiera. All’ultimo minuto di recupero, Dybala firma il poker per la Juve.

Nonostante il netto punteggio, la Juventus è apparsa per lunghi tratti lontana dai livelli di gioco propri del suo rango e delle sue aspirazioni. I tre punti valgono comunque a non dilatare ulteriormente il già ampio distacco dalla capolista: i bianconeri restano a dieci punti dal Milan, che nel tardo pomeriggio ha vinto a Benevento e che mercoledì sera ospiterà a San Siro proprio i bianconeri in una gara che per gli uomini di Pirlo sa veramente di occasione imperdibile.

Leave a Reply