La Juve fatica a lungo ma batte il Sassuolo (3-1)


Una Juventus con le polveri bagnate per metà partita fatica oltremodo per aver ragione di un Sassuolo rimasto in dieci al termine della prima frazione.

Un primo tempo incerto e pasticciato per i bianconeri, che nel recupero si ritrovano in superiorità numerica in virtù dell’espulsione diretta di Obiang. Altra musica nella ripresa: bianconeri in vantaggio al 50′ con Danilo che indovina il destro vincente da fuori. Sembra l’inizio di una passeggiata per una Juve forte ormai dell’uomo in più, ma così non è. Al 58′ Defrel trova il pareggio grazie ad uno splendido controllo a seguire che disorienta il controllore diretto batte Szczesny. Di lì in poi, la formazione emiliana onora più che mai il detto secondo il quale in dieci si gioca meglio, ma all’82’ cara una distrazione difensiva di cui approfitta Ramsey. Al secondo minuto di recupero, il timbro di un CR7 per l’ennesima volta non in gran giornata chiude di fatto la partita con qualche istante di anticipo.

Terza vittoria consecutiva per i bianconeri, che restano così a meno sette dalla capolista (e una partita in meno) in virtù una prestazione apparsa però lontana da quanto sciorinato quattro giorni fa proprio in casa del Milan. Il risultato di 3-1 appare infatti troppo severo per un Sassuolo che ha a lungo messo paura ai bianconeri, nonostante l’intera seconda frazione disputata in inferiorità numerica.

Leave a Reply