La Juve si spegne a San Siro e non allunga sulla Lazio


Incredibile sconfitta a San Siro della Juve, che non sa approfittare della sconfitta della Lazio a Lecce e vede dunque invariato il distacco in classifica rispetto alla formazione biancoceleste. Dopo un primo tempo lento e senza emozioni, in apertura di ripresa una prodezza di Rabiot porta in vantaggio i bianconeri, che al 53′ raddoppiano con Cristiano Ronaldo. Sembra spianata la strada di un trionfo che porterebbe la Juve addirittura a +10 sulla Lazio, e invece improvvisamente accade l’imponderabile. Al 62′ Ibrahimovic trasforma un rigore concesso per tocco di mano di Bonucci su giocata di Rebic. Quattro minuti dopo segna Kessie e dopo un altro solo minuto Leão gli fa eco. Tre gol in cinque minuti, e Juventus che, letteralmente sparita dal campo, al 80′ incassa addirittura il quarto gol per opera di Rebic. Festa (di fatto) scudetto rinviata, e indicazioni allarmanti sulle quali Sarri – nonostante il grande divario su una Lazio a sua volta in un pessimo momento – sarà ora chiamato a riflettere seriamente.

Leave a Reply