ContemporaryArt 1180×45

La sindaca Appendino in diretta su Zipnews: “Bene il Piano Colao ma va tradotto in fatti” [video]


Come di consueto la sindaca di Torino Chiara Appendino si è collegata con la nostra redazione per approfondire i principali argomenti della settimana.

Tanti i temi del nuovo Piano Colao. Come ti sembra?

L’ho letto velocemente ma non ancora approfondito. I temi mi sembrano di grande attualità e penso che sia positivo lo spirito di inclusione, in un’ottica di minor contrapposizione. Ogni piano va tradotto in fatti e credo ci sia bisogno di liquidità e investimenti immediati altrimenti il piano rischia di rimanere sulla carta. Questi sono i mesi nei quali possiamo ridare fiducia altrimenti rischiamo che le imprese non riaprano più.

Abbiamo visto ancora molte serrande chiuse in città e molti forse non apriranno più. C’è la possibilità nei prossimi di incentivare l’apertura e la riapertura di negozi?

Abbiamo un tasso del 15% di attività che non hanno riaperto e quelle che hanno aperto stanno lavorando al 30% rispetto al periodo pre-Covid. Quindi questi sono dati allarmanti. Molti albergatori stanno aprendo solo per dare un servizio pubblico ma lo fanno in perdita.

I temi sono due: da un lato serve che gli interventi governativi arrivino velocemente, dall’altro c’è bisogno che chi può riprenda il più possibile la propria quotidianità e quindi anche i consumi. Anche solo tornare al proprio ristorante preferito è un modo per aiutare tante imprese e tante famiglie.

Ancora assembramenti e regole non sempre rispettate nel weekend. Ricordiamo l’ordinanza per le zone della “movida”?

Il virus sta circolando quindi ci sono ancora misure da rispettare, come l’uso della mascherina e il distanziamento. Abbiamo fatto un’ordinanza in vigore da stasera al 14 giugno che riduce la possibilità di asportare l’alcol. Dalle 19 in poi si può fare un aperitivo ma in un dehor. Questo vale in tutto il territorio piemontese.

Approvata la delibera per offrire contributi per coloro che intendono organizzare eventi ludici e culturali all’aperto. Quali opportunità prevede?

 Prevede un contributo da parte della città di un minimo di 10 mila euro fino ad un massimo di 40 mila ed un’esenzione totale della Cosap, il canone di occupazione del suolo pubblico. Lo facciamo perché vogliamo riportare per quanto possibile attività culturali e ludiche in città e per farlo dobbiamo farlo in sicurezza.

È stata presentata l’iniziativa Bimbi Estate, dedicata ai bambini da 3 a 6 anni, di che si tratta?

È attiva la possibilità di iscriversi a Bimbi Estate. Potranno partecipare i bimbi delle scuole dell’infanzia comunali, paritarie o statali. Si lavorerà in piccoli gruppi con un massimo di 6 componenti. Sono turni di 15 giorni che si svolgeranno in 57 scuole comunali per l’infanzia. Per i più grandi abbiamo anche attivato l’Estate Ragazzi, dai 6 agli 11 anni, a partire dal 29 giugno fino al 7 agosto, con gli stessi costi dell’anno scorso per non andare a gravare sulle famiglie.

Ci sono novità sulla compensazione degli abbonamenti GTT?

Le novità arriveranno nei prossimi giorni ma posso anticipare che saranno previsti dei voucher per sconti sull’acquisto dei nuovi abbonamenti. A breve ci sarà la modulistica per farne richiesta

Approvato il progetto che completerà il tracciato ciclabile di via Nizza, tra piazza Carducci e via Biglieri, lungo quasi un chilometro.

Devo ringraziare la donazione di un privato, Farinetti, che ci permette di completare di un’asse entro fondamentale, già entro settembre.

Vediamo tanti cantieri in città, tra manutenzioni stradali e ciclabili, facciamo un punto della situazione?

Ci sono tanti cantieri perché stiamo lavorando sia sulla mobilità ciclabile (stiamo ad esempio lavorando su piazza Statuto per metterla in sicurezza) sia sul manto stradale. Avevamo fatto la scelta nel bilancio approvato a dicembre di stanziare maggiori risorse per le manutenzioni. Abbiamo approfittato del periodo di emergenza Covid per progettare tutto e adesso partiranno i lavori. Chiedo scusa in anticipo ai torinesi per i possibili disagi.

Parlando di eventi, questa sera si sarebbe dovuto tenere il concerto di Tiziano Ferro a Torino e abbiamo visto un tuo ringraziamento al suo tributo oggi sui social. Quale musica ascolta la sindaca?

Non ho un cantante preferito. Tiziano Ferro ha fatto un grande omaggio alla città e ci tenevo a ringraziarlo personalmente perché so che lui è affezionato a Torino. Ultimamente ascolto solo le canzoni dei cartoni animati perché ovviamente la mia bambina Sara vuole ascoltare solo questo genere.

Si avvicinano i festeggiamenti di San Giovanni. Ci sono novità sul programma?

Sarà un San Giovanni diverso, insieme ad altre due città, Genova e Firenze, per dare un messaggio di unitarietà. Non prevede assembramenti: non ci sarà il Farò né uno spettacolo tutti insieme in piazza. Ma abbiamo costruito un programma ricco dal punto di vista culturale e musicale al quale si potrà accedere tramite i mezzi digitali e la tv.

Buone notizie per l’istruzione torinese: gli atenei di Torino sono tra i migliori al mondo secondo il QS World University Rankings

Questo è un grande vanto perché abbiamo degli atenei straordinari che si aggiunge ad un’altra buona notizia, ovvero la decisione di fare lezione in presenza in parte sul nostro territorio. Questo significa un indotto importante. Le lezioni totalmente online avrebbero creato un danno ecnonomico non indifferente per il nostro territorio.

Leave a Reply