La street art incontra la fotografia nella mostra benefica “ToomulTO”


Torino è in “ToomulTO”, gli scatti inediti di Valerio Minato raccontano la città nell’incontro con tredici street artist torinesi – di fama nazionale e internazionale – in un progetto promosso da Fondazione Pudens Onlus per mettere in luce, attraverso l’arte, i problemi sociali della città, accentuati dalla pandemia. La street art quindi come linguaggio, per avvicinarsi ad un’azione concreta nei confronti delle persone più svantaggiate.

L’obiettivo è benefico: raccogliere donazioni per garantire 14.000 pasti all’anno da servire nelle mense di Villa Pellizzari e Casa Betania gestite da Caritas Diocesana.

La mostra, ospite degli spazi di ISC – Innovation Square Center di Mirafiori, nuovo polo di innovazione sorto dalla riqualificazione dell’ex tipografia Mario Gros e progettata negli anni ’50 dall’architetto Gualtiero Casalegno, inaugura oggi martedì 20 luglio visitabile su appuntamento fino al 30 Settembre 2021.

L’iniziativa con il patrocinio della Città di Torino è promossa da Fondazione Pudens, onlus fondata da Antonella Graziano Pierangelo Decisi, con il supporto di Feelthebeat e la direzione artistica di Massimo Gioscia, in collaborazione con “Il Cerchio E le Gocce”, nata da un interesse profondo per le culture underground, la street-art e il graffiti-writing.

Valerio Minato mostra quindi una Torino inedita e affascinante attraverso gli scatti realizzati appositamente per il progetto, dove ogni artista è intervenuto attraverso la propria interpretazione. Le opere realizzate, differenti per composizione e materiale a seconda della tecnica artistica scelta (acrilico, markers, spray, collage, ossidazione, ecc.), lanciano un forte messaggio sociale e artistico, che porta la firma congiunta di Valerio Minato e di ciascun street artist.

Nell’intreccio dei linguaggi tra fotografia e street artToomulTo punta a smuovere i sentimenti dei torinesi, per spingerli ad interrogarsi sul valore della cultura grazie al quale la città di Torino si è sempre contraddistinta. I suoi luoghi simbolo scorrono così sotto i nostri occhi in una veste inedita, per aprire la mente a nuove possibilità e guardare la città con occhi diversi, per ricominciare ad esplorare mettendo in discussione, spingendoci a risvegliarci dal torpore cui la globalizzazione e la massificazione ha intrappolato i nostri sguardi.

ToomulTo ha un fine sociale ed umanitario: la stampa delle opere sarà infatti in vendita all’esterno mostra, attraverso una tiratura limitata dei multipli in formato 35×50, presso la sede di Fondazione Pudens, e presto acquistabili anche on line. Il ricavato sarà completamente devoluto a scopo umanitario per raggiungere i 14 mila pasti destinati alle fasce più povere e meno agiate della città, serviti grazie a Caritas Diocesana.

La mostra è visitabile solo su appuntamento dal lunedi al venerdi, a partire da martedì 20 luglio fino al 30 settembre 2021. 

Per ingresso e prenotazioni scrivere a fondazionepudens@gmail.com

Leave a Reply