ContemporaryArt 1180×45

L’assessore Leon: “Per la cultura torinese perdita di decine di milioni”


Nel consueto appuntamento radiofonico con l’amministrazione cittadina, abbiamo parlato con l’assessora alla Cultura del Comune di Torino Francesca Leon.

Sarà necessario fare tanto per riportare i turisti in città e anche per far rivivere ai nostri cittadini gli spazi urbani…

Vediamo che cosa succederà per i flussi turistici. In primo luogo dobbiamo pensare ai nostri cittadini. Abbiamo vissuto due mesi di clausura ed è difficile tornare a vivere lo spazio pubblico. Per questo abbiamo creato “Torino a cielo aperto”: ci si sente più sicuri nello spazio pubblico e c’è bisogno di creare alternative per rispondere alla voglia di associazione dei nostri cittadini. Abbiamo quindi immaginato un’estate molto ricca.

Il Coronavirus ha arrecato gravi danni alla cultura. Possiamo fare una stima delle perdite?

Il 10 di luglio si terrà la presentazione dei dati dell’Osservatorio culturale del Piemonte che ha lavorato in questi mesi per monitorare l’andamento. Le perdite stimate sono importanti: parliamo di decine di milioni. È una perdita economica ma anche di posti di lavoro. Mi auguro che possa essere riformato il mercato del lavoro culturale e in particolare che si possano introdurre le tutele laddove necessarie o non esistano. Con il lockdown abbiamo scoperto quanto è fragile il nostro sistema culturale. La strada è lunga ma ci sono alcune azioni che vanno garantite come la tutela di questo mondo del lavoro che di per sé ha un carattere di precarietà.

Guarda l’intervista completa.

Leave a Reply