Le pagelle di Juventus-Genoa


La Juventus pareggia in casa contro il Genoa. E lo fa anche senza segnare. Una squadra spenta con poche idee, soprattutto nel primo tempo. Una partita che ha fatto infuriare tutti, persino Allegri durante le interviste post-partita.

Le dichiarazioni di Allegri

Nel post partita, dopo le polemiche con i giornalisti di Sky, Massimiliano Allegri ha spiegato la partita: “Oggi nel primo tempo abbiamo sbagliato tecnicamente. Abbiamo fatto un buon secondo tempo con delle occasioni che non abbiamo sfruttato. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno la squadra non ha preso un tiro in porta. È un momento in cui non riusciamo a vincere. Ci meritiamo i 59 punti e dobbiamo continuare a lavorare”. E poi ha concluso dicendo: “Nel primo tempo abbiamo fatto troppo poco, nel secondo invece eravamo più sereni e abbiamo fatto meglio. Oggi, non abbiamo preso gol, ci manca solo la vittoria quando riprenderemo il campionato proveremo a vincere sapendo che abbiamo due sfide contro la Lazio prima in campionato e poi in Coppa Italia”.

Le pagelle della partita

Szczesny 6,5 – Partita dalle poche parate. Ma quando serve, c’è.

Gatti 6,5 – Il più pericoloso della Juve nel primo tempo. Da parte sua, però, è un’altra prova di gran solidità.

Bremer 6,5 – Stravince il duello con Retegui, partita ottima.

Danilo 6 – Solo qualche problemino nel contenere Spence. Le sofferenze, andando avanti, diminuiranno.

Cambiaso 6,5 –  Mette però alcuni palloni interessanti nel finale.
Dall’81’ Kean 6 – Poco tempo per impattare sulle sorti dell’incontro

McKennie 5,5 – in fase creativa oggi gli manca lo spunto.
Dal 59′ Rabiot 6 – Troppo importante per questa Juventus. Non entra nel cuore delle singole azioni, basta la sua presenza.

Locatelli 6 – Aggiunge poco alla manovra ma garantisce una buona fase difensiva.

Miretti 6 – Intraprendente e volenteroso anche quando la produzione offensiva della Juve rasenta lo zero, manca però nella precisione giusta. Alla lunga però esce dal cuore del gioco.
Dal 78′ Weah sv.

Kostic 6 – Uno dei pochi sufficienti fino a che non deve uscire. Scende più volte in corsia: un solo guizzo tra diversi errori di misura, ma anche una fase difensiva inappuntabile.
Dal 59′ Iling Junior 6 – Meno continuità nella progressione in corsia, ma anche un palo colpito poco dopo il suo ingresso. A tratti sembra un po’ troppo pasticcione.

Chiesa 5,5 – Spesso triplicato, manca spazio per pensare e quando ce l’ha è lui poco preciso.
Dal 59′ Yildiz 5,5 – Qualche errore di troppo.

Vlahovic 4 – Finale horror con il rosso.

Massimiliano Allegri 5 – Squadra senza gioco e senza idee. Stavolta neanche premiata dalla fortuna. 8 punti in sette gare: una media da retrocessione.

Leave a Reply