Piemonte: con un Flash mob le stazioni sciistiche portano in pista la protesta


Sono quattordici le stazioni sciistiche piemontesi che hanno organizzato un Flash mob sulla neve in segno di protesta.
Maestri di sci, operatori e amici della montagna in tutte le località delle Alpi piemontesi, da Bielmonte a Bardonecchia, da Sauze d’Oulx a Prato Nevoso hanno voluto richiamare l’attenzione sull’importanza del comparto neve per l’economia dei territori montani e lanciare un segnale forte in un momento di emergenza così profondo.

Gli atleti degli Sci Club locali a Bardonecchia hanno disegnato il simbolo di SOS a 2.400 metri di quota per poi scendere dalle piste fino in paese.

Nicola Bosticco amministratore delegato di Colomion Bardonecchiaski ha dichiarato: “Ci siamo sentiti del tutto presi in giro, la sera prima dalla riapertura siamo stati fermati senza preavviso né rispetto per le tante spese intraprese, né per i lavoratori degli impianti beffati nuovamente e senza un euro di ristoro da marzo 2020”.

Leave a Reply