Piemonte: indagati Cirio, Appendino, Chiamparino e Fassino per reato ambientale


Nove avvisi di garanzia sono stati notificati dal pm Gianfranco Colace nell’ambito dell’inchiesta sullo smog in Piemonte. Tra gli indagati i vertici del comune di Torino e Regione dal 2015 ad oggi: la sindaca Chiara Appendino, l’ex primo cittadino Piero Fassino, il governatore Alberto Cirio, il predecessore Sergio Chiamparino. Analogo provvedimento sarebbe stato notificato agli assessori all’Ambiente che si sono succeduti negli ultimi anni.
L’inchiesta è partita dall’esposto di un esperto di valutazioni in impatto ambientale del 2017.

Nella denuncia si sostiene che la Città di Torino si trova in una “situazione di illegalità da almeno dieci anni” per il ripetuto sfondamento dei valori delle polveri Pm10 previsti da una direttiva comunitaria del 2008 ed è per questo che la Commissione europea ha avviato una procedura di infrazione contro l’Italia.

Secondo l’esperto, che ha corredato la propria relazione con dati e riferimenti giuridici, le misure adottate da Regione e Comune non sono adeguate.

Leave a Reply