Premio GIOVEDÌSCIENZA: 10a edizione del bando nazionale per ricercatori under 35


La ricerca è una risorsa preziosa per il futuro del nostro paese e deve essere sostenuta e incoraggiata. Altrettanto importante è la capacità di comunicare in modo innovativo i risultati della ricerca, favorendo lo scambio di idee ma anche il coinvolgimento del pubblico e degli investitori.
In un periodo più che mai caratterizzato da caos informativo e fake news, il ruolo della comunicazione scientifica diventa fondamentale, perché soltanto attraverso un’informazione responsabile, chiara e inclusiva è possibile dotare le istituzioni e i cittadini degli strumenti opportuni per affrontare le sfide di oggi e di domani.

Alla scienza e alla sua comunicazione è dedicato il Premio Nazionale GiovedìScienza, giunto quest’anno alla decima edizione.
Dall’8 febbraio all’8 marzo, tutte le ricercatrici e i ricercatori con meno di 35 anni che operano in un Ente di Ricerca italiano potranno candidare al Premio GiovedìScienza la propria ricerca.
“Mai come in questi tempi – dichiara la Presidente di CentroScienza Onlus, Nadia Pastrone – diventa fondamentale aiutare la ricerca a uscire dall’ambito intra-universitario per offrirle una ricaduta diretta nei rapporti con la società civile. Ed è esattamente questa la missione del nostro Premio: gli scienziati di domani hanno bisogno di aiuto e incoraggiamento oggi.

In questi anni il Premio ha coinvolto 494 candidati, 242 donne e 252 uomini, spaziando dall’astrofisica all’etologia, dalla medicina all’ingegneria meccanica. Riteniamo importante continuare a sostenere chi si dedica alla ricerca ed aiutare le nuove generazioni a raccontare i propri risultati, per fare rete in una sempre più stretta collaborazione fra ambiente accademico e mondo imprenditoriale”. Il futuro che ci piacerebbe tracciare ha come bussola l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità. Perché la ricerca scientifica è il motore di sviluppo culturale, umano, tecnologico ed economico indispensabile per il benessere della società.

La novità per tutti i partecipanti di questa edizione sarà la possibilità per i ricercatori e le ricercatrici che accederanno alla fase finale del premio e i per vincitori dei Premi GiovedìScienza Futuro e Industria 4.0 di partecipare a un corso di comunicazione della scienza in cui, al fianco di esperti del campo, potranno affinare la propria tecnica divulgativa.

Il merito scientifico è la base di valutazione per selezionare i finalisti, la dote comunicativa ne decreta il vincitore. Oltre 100 i referees coinvolti in ogni edizione nella fase di valutazione per selezionare i 10 finalisti. Una Giuria Tecnica di esperti e una Giuria Popolare, composta da studenti delle scuole secondarie di secondo grado, decreteranno il vincitore nel corso della Finale.

I premi in denaro sono 4:

  • Premio Nazionale GiovedìScienza – assegnato alla divulgazione: il vincitore si aggiudica 5.000,00 euro e la partecipazione come relatore alla prossima edizione (la 36ª) del ciclo di conferenze GiovedìScienza.
  • Premio Speciale Elena Benaduce – rivolto ai lavori di ricerca che abbiano ricadute sul benessere e sulla qualità della vita delle persone: il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro
  • Premio GiovedìScienza Futuro – assegnato al miglior studio di fattibilità, un riconoscimento che guarda al mondo delle aziende con l’intento di stimolare il dialogo e l’interazione tra il mondo scientifico, tessuto economico e innovazione: il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro
  • Premio Industria 4.0 – rivolto ai candidati che sviluppano la loro proposta progettuale partendo dal concetto di “Industria 4.0”: il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro

Tutte le candidature devono pervenire esclusivamente online nella sezione dedicata del sito www.giovediscienza.it entro le ore 13 dell’8 marzo 2021.
Per info: premio@centroscienza.it – tel. 0118394913

Leave a Reply