Don Peyron: ” Tecnologia portatrice di speranza nel nuovo anno”


D: cosa ci aspetta nel nuovo anno dal punto di vista della tecnologia?

R: Il cambiare calendario reca con sé sempre il segreto desiderio di novità positive e la tragedia che si è consumata nel 2020 rafforza questa tensione. La tecnologia da sempre è portatrice di speranza, o meglio da sempre noi riponiamo nella tecnologia molte speranze legate alle nostre fatiche ed ai nostri problemi. Cosa porterà dunque il 2021? Potrebbe portare maggiore consapevolezza rispetto a questi temi.

D: Che cosa intendi di preciso?

R: L’emergenza continua fa diventare l’emergenza… meno emergente, più normale in qualche modo. Durante l’emergenza non abbiamo avuto molto tempo per pensare perché l’azione diventa determinante. Ora che alcune azioni emergenziali sono diventate la routine può essere importante fermarsi un momento a riflettere. Sul senso dell’uso dei media digitali, sul valore degli strumenti rispetto ai fini che perseguiamo, sul peso e l’importanza delle relazioni e via discorrendo.

La pandemia ci ha fatto capire pregi e difetti della tecnologia, o perlomeno ci ha aiutati ad intuire che vi sono gli uni e gli altri. Possiamo cogliere questa occasione, mi pare il regalo più bello da farci per il capodanno, per avere maggiore cura di quello che in questo tempo stiamo perdendo ed abbiamo dovuto sostituire con la tecnologia: maggiore cura, rispetto e stima dei nostri insegnanti che in presenza staranno nuovamente con i nostri figli e nipoti, maggiore cura nelle relazioni: dopo esserci guardati attraverso uno schermo per mesi torniamo a guardarci negli occhi con verità e stringerci la mano con cortesia autentica e via discorrendo. Credo questo un utile esercizio: cosa ho sostituito con la tecnologia e come riprenderò quando sarà possibile ciò che ho sostituito?  A presto, alla prossima settimana, ed in alto il cuore, buon anno a tutti noi

Leave a Reply