Storie di Quartiere: un nuovo campo di basket riqualificato al Parco Ruffini


Il Parco Ruffini diventa il centro dell’opera di riqualifica di Kellanova, azienda proprietaria di Kellogg’s, attraverso un nuovo campo di basket. Un campo che sarà solo l’inizio di un piano che vedrà ben sette altri spazi sportivi da riqualificare.

Kellogg’s Better Days arriva al Parco Ruffini

Si sente spesso dire che lo sport sia aggregazione e gioco. Fatica e spirito. Ma lo sport è anche un’occasione per migliorare sè stessi e la città in cui si vive. Perchè lo sport vive di spazi, che devono essere consoni e adatti ad ogni situazione ed evenienza. Proprio da questo parte l’iniziativa di Kellanova, azienda multinazionale che opera nel campo dell’alimentazione, che dallo scorso anno propone attraverso i propri testimonial i Kellogg’s Better Days. Queste giornate sono delle occasioni in cui questa azienda si propone nel rigenerare e portare a nuova vita alcuni spazi angusti e deteriorati, per farli diventare degli spazi sportivi adatti a tutti.

E proprio oggi è stato inaugurato un nuovo campo al Parco Ruffini, più precisamente in Corso Brunelleschi 230. Un campo di basket che ha visto come testimonial il campione NBA Marco Belinelli, il quale ha divertito il pubblico e i ragazzi presenti attraverso il suo talento. Belinelli di questa iniziativa ha detto: “La tappa di Torino per me è un’occasione per giocare a pallacanestro con ragazzi e ragazze che condividono
la mia stessa passione per il basket, ma anche per condividere la mia esperienza come sportivo. Iniziative del genere permettono di promuovere concretamente i
valori di uno stile di vita sano tra i più giovani, e di rendere tangibile il senso di comunità che è uno dei pilastri dello sport. Invito tutta la cittadinanza a partecipare per vedere di persona l’impatto positivo del progetto.”

Questo progetto è parte di una collaborazione con Croce Rossa, chiamata Breafast Club, un’iniziativa che vede la donazione di una prima colazione equilibrata ai bambini delle fasce più deboli delle scuole elementari. L’obiettivo è duplice: permettere a tutte le ragazze e ai ragazzi un pasto fondamentale della giornata, ma anche infondere una cultura dell’alimentazione corretta. Il Club è stato realizzato presso la scuola primaria XXV Aprile di Torino dal 2017 e ha coinvolto circa 350 bambini con quasi 40.000 colazioni distribuite. E solo nell’ultimo anno scolastico Kellanova e Croce Rossa hanno distribuito oltre 8.700 colazioni, in cinque classi, raggiungendo circa 105 bambini.

A questo proposito Edoardo Italia, Vicepresidente della Croce Rossa Italiana e Rappresentante dei Giovani CRI, ha spiegato: “Il Breakfast Club è un’iniziativa con la quale uniamo le forze con Kellanova non solo per contrastare la povertà alimentare, dando così la possibilità a molti bambini di accederead un pasto sano ogni giorno, ma anche e soprattutto di promuovere l’adozione di stili di vita e abitudini alimentati sane, che gli studenti possono replicare al di fuori del contesto scolastico”.

Una progetto doppio. Un progetto che ci racconta una storia di rigenerazione urbana e sociale. Di sport e alimentazione. Insomma, di vita. Una storia di quartiere che non punta banalemente solo sul futuro dei bambini, ma cerca degli effetti immediati, sul loro presente.

Leave a Reply