ContemporaryArt 1180×45

Torino centro dell’Intelligenza Artificiale, la proposta di Don Luca Peyron: “Strumento al servizio dell’intelligenza umana”


Torino come centro per l’Intelligenza Artificiale a livello italiano. È la proposta avanzata di don Luca Peyron, direttore della pastorale universitaria e coordinatore del servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino accolta dall’Arcivescovo di Torino mons. Cesare Nosiglia insieme alla Chiesa Diocesana, che auspicano un appoggio da parte di tutte gli attori cittadini alla candidatura.

Don Luca Peyron, ai nostri microfoni, ci ha raccontato che il rapporto della Chiesa con la tecnologia: “La tecnologia è nel cuore della Chiesa dall’inizio del mondo. Già il libro della genesi parla di tecnologia. Se facciamo un salto quantico nella storia scopriamo che l’intelligenza artificiale è il prodotto di un padre gesuita. La tecnologia fa da sempre parte dell’interesse della Chiesa perché la Chiesa da sempre si occupa di quello che succede nel mondo. La tecnologia è una delle espressioni più alte di ciò che è umano”.

Che cos’è allora l’intelligenza artificiale? Per don Luca Peyron si tratta di uno “strumento al servizio dell’intelligenza umana. L’intelligenza artificiale è un aiuto ad esprimere quello che l’umano è fino in fondo. Questa è l’intelligenza artificiale che dovremmo volere. Un’intelligenza artificiale antropocentrica, laddove l’uomo è anche al servizio del Creato e non è padrone”.

Leave a Reply