Torino: “Cuore, cervello e psiche” inaugurano la stagione autunnale dei Martedì Salute


Dal 12 ottobre tornano i Martedì Salute, organizzati dall’Associazione Educazione Prevenzione e Salute, finalmente in presenza e con temi di prevenzione e cura ricchi di novità.

Dalla stretta connessione tra cuore e cervello ai tumori del colon e del retto, a quelli neuroendocrini, dal tunnel carpale all’intelligenza artificiale applicata alla diagnostica, sono molti gli argomenti che gli specialisti e il pubblico, attraverso le loro domande, affronteranno insieme.

Per cinque martedì alle ore 10, presso l’Hotel Concorde di Via Lagrange 47 a Torino, medici specialisti incontreranno il pubblico per presentare le nuove frontiere raggiunte in campo diagnostico e terapeutico.

Si inizia con l’incontro del 12 ottobre “CUORE, CERVELLO E PSICHE” insieme agli specialisti Sebastiano Marra, Paolo Cerrato e Riccardo Torta, che parleranno delle connessioni complesse e molto interessanti, tra mente e cuore; ad esempio spiegando perché e come la depressione incide sull’attività cardiaca.

“Cuore e cervello (e quindi psiche) sono strettamente connessi. – Afferma il cardiologo Sebastiano Marra – Quando uno ha problemi, questi si riversano anche sull’altro: il cuore può danneggiare le arterie del cervello, portandole a sanguinare o occludendole; analogamente, disturbi come depressione, ansia, stress provocano batticuore, alzano il livelli pressori del sangue… Se curi uno, rischi di curare anche l’altro, in entrambi i sensi. Perché, ad esempio, è importante intervenire su una depressione? Non solo per stare bene mentalmente, ma anche per scongiurare “incidenti” cardiovascolari che a loro volta possono provocare problemi a livello vascolare cerebrale.”

L’incontro successivo, previsto per il 19 ottobre, su “I TUMORI DEL COLON E DEL RETTO: DIAGNOSI E PERCORSI TERAPEUTICI”, vedrà come relatori gli specialisti Alessandro Comandone e Francesco Quaglino.
“Il tumore del colon retto retto è una patologia oncologica diffusa, a genesi multi fattoriale: richiede pertanto un approccio terapeutico multi specialistico. – Spiegano Quaglino e Comandone – Il medico Oncologo, il Chirurgo, il Radioterapista sono chiamati collegialmente a definire i tempi e i modi per garantire al paziente il percorso terapeutico più congruo secondo le linee guida.
Le recenti innovazioni tecnologiche e di imaging han permesso una possibilità di diagnosi sempre più precoce e raffinata e la possibilità di una chirurgia con approccio mini invasivo pur garantendo la radicalità oncologica necessaria per affrontare questa patologia.

I progressi nella farmacologia e nella biologia molecolare hanno prodotto nuove armi anche nella terapia medica: nuovi chemioterapici, anticorpi monoclonali, immunoterapici e farmaci biologici.
Queste armi moderne consentono di ottenere molte più guarigioni di quanto si registrassero anche solo 10 anni fa”.

A Seguire:
26 ottobre: TRAUMI, TUNNEL CARPALE, NEUROPATIE: COME AFFRONTARE LE LESIONI NERVOSE PERIFERICHE con Bruno Battiston e Diego Garbossa.

9 novembre: TUMORI NEUROENDOCRINI: COSA SONO E COME SI CURANO con Antonella Boglione e Alessandro Comandone.

23 novembre: L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE IN COLONSCOPIA con Mario Morino e Alessandro Repici.

L’ingresso sarà libero e consentito presentando il Green Pass. Ma per chi non potesse partecipare, sarà possibile seguire le dirette, o vedere le conferenze in streaming, sui canali dedicati si YouTube, Facebook o Zoom (previa richiesta di link d’accesso alla segreteria organizzativa, scrivendo a campagnamartedisalute@gmail.com).

INFORMAZIONI: ASSOCIAZIONE EDUCAZIONE PREVENZIONE E SALUTE
TEL.0116604284 – educazioneprevenzionesalute@gmail.com

Leave a Reply