Torino: funerali capo rom di strada Aeroporto

Posted On 24 Set 2015

Funerali capo rom Torino

Una cerimonia funebre alquanto “normale”, nessun elicottero che lanciava petali di rose e nessuna carrozza trainata da cavalli per le esequie di Sadko Salkanovic, il capo dei rom musulmani di strada dell’Aeroporto, a Torino. L’uomo era morto sabato scorso a 51 anni. L’importanza di questa figura per la popolazione rom del capoluogo piemontese, ha fatto temere un’altra celebrazione in stile mafioso, come quella ormai famosa di Roma per il boss dei Casamonica. La questura come precauzione ha vietato la partecipazione dei camper al corteo, che è stato monitorato dalle forze dell’ordine. Alla fine però, tutto si è svolto senza troppi problemi. Fin dalle prime ore del mattino, i familiari del capo rom sono giunti  alle camere mortuarie dell’ospedale Cottolengo. Il feretro è stato accompagnato da Porta Palazzo fino al campo di strada dell’Aeroporto, facendo una tappa davanti al bar frequentato dall’uomo in via Stampini. Nel primo pomeriggio poi, la partenza per il cimitero monumentale, dove Sadko Salkanovic è stato seppellito con il rito islamico.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento