Torino, insediamento abusivo di nomadi: sanzionati i proprietari dei terreni che consentivano l’insediamento


Si è conclusa con l’allontanamento spontaneo dei nomadi che abusivamente avevano occupato la strada del Villaretto, nel tratto compreso tra strada Cuorgnè e l’interno di strada Molino del Villaretto, un’attività di monitoraggio e controllo portata avanti da alcune settimane dal Reparto Informativo Minoranze Etniche della Polizia Municipale di Torino.

Alla fine del mese di febbraio, sull’area compresa tra i quartieri Falchera e Villaretto tenuta sotto osservazione dai Vigili, la cui destinazione d’uso è prevalentemente agricola, si erano insediati 18 roulotte e altri 25 veicoli con circa 70 persone al seguito, su due terreni di proprietà privata.

Dopo diversi accertamenti, a seguito di appostamenti e verifiche finalizzate a documentare l’attività di campeggio effettuata, che per configurarsi come violazione amministrativa deve risultare continuativa nel tempo, è emerso che i nomadi si erano insediati sull’area con il consenso dei proprietari del terreni. Lunedì mattina i ‘civich’ hanno quindi provveduto a sanzionare due persone per l’illecito accertato, diffidandoli al proseguo dell’attività abusiva sui terreni di loro proprietà.

L’intervento sanzionatorio ha innescato lo spontaneo allontanamento dei nomadi che hanno lasciato in blocco l’area occupata illecitamente.

Per la prima volta la Polizia Municipale ha potuto applicare la nuova normativa Regionale riguardante la “Disciplina dei complessi ricettivi all’aperto e del turismo itinerante” e, nello specifico, i Vigili hanno contestato due 2 violazioni amministrative ai proprietari dei terreni, una donna di 60 anni e un uomo di 31, entrambi di nazionalità italiana, che hanno autorizzato la sosta in maniera continuativa a mezzi mobili sprovvisti della autorizzazione.

Leave a Reply