Torino: sequestrata partita di falso caffè arabico

Posted On 22 Set 2017

La Guardia di Finanza ha sequestrato in una azienda di Torino 10mila confezioni di caffè, in realtà provenienti da Vietnam e Uganda (e altre 100mila ancora da confezionare), per un valore complessivo di mezzo milione di euro. Il caffè era venduto come proveniente dal Guatemala di qualità arabica. Le fiamme gialle hanno anche portato via tutto l’occorrente per il confezionamento del caffè, compresi i macchinari. Il titolare, un sessantenne italiano, rischia ora fino a tre anni di reclusione e dovrà difendersi dall’accusa di frode. Il caffè, spacciato come guatemalteco di qualità arabica, era composto da miscele asiatiche e da altre provenienti dal sud-america. Il prodotto era destinato ad un packaging riportante un marchio contraffatto, dettagli che ha aggravato la posizione del titolare.

L'autore

Altri articoli

Lascia un commento