ContemporaryArt 1180×45

Toro, la presentazione di Giampaolo: “Ci sarà bisogno di tempo”


Il nuovo allenatore del Torino, Marco Giampaolo, è stato presentato oggi ufficialmente davanti alla stampa. Allo stadio Grande Torino, insieme al tecnico ex Milan e Siena, il responsabile dell’area tecnica Vagnati e il presidente Cairo.

Giampaolo si sofferma subito sulla nuova dimensione in cui è approdato: “Il Torino è una società storica. Sono stati in tanti a raccontarmi dove sono capitato. C’è chi mi ha detto che il Toro è una cosa diversa, che bisogna vivere per poterla spiegare. Ora voglio immergermi nel lavoro e respirare questa atmosfera”. 

Quando gli chiedono se è preoccupato per il poco tempo a disposizione prima della partenza risponde così: Non sono preoccupato ma consapevole del fatto che ci sarà bisogno di tempo. Il Torino viene da una tradizione diversa rispetto al mio modo di pensare. So che ci saranno delle difficoltà, so che ci sarà da sputare sangue. Il concetto del tempo l’ho sempre ripetuto ogni volta che ho allenato. Dicendo che potrebbe essere il primo alleato ma anche il primo nemico. A volte mi è stato concesso, a volte no. Quando mi è successo, sono riuscito ad aprire cicli importanti. Ne ho parlato con il presidente e il direttore e mi auguro di poter avere un orizzonte temporale tale da poter costruire qualcosa”.

Un nuovo allenatore quindi una diversa visione del gioco. Occhi puntati allora già al mercato: Si è parlato innanzitutto di ruoli e profili. Per quanto riguarda i nomi ho potuto constatare grande preparazione da parte del direttore e dei suoi collaboratori. Abbiamo fatto tante riunioni per capire chi possono essere i profili. Sapete comunque che il Torino giocava a tre dietro e io gioco a quattro. Che il Torino giocava con i quinti di centrocampo, cosa che non ho mai fatto. Ora si tratta quindi di capire chi dei miei calciatori può fare al caso nostro. Ancora non ho potuto conoscere i calciatori, visto che bisogna fare ancora il primo allenamento”. 

Leave a Reply