Toro schiantato dal Milan (0-7): invariati i distacchi in coda


Si poteva prevedere una netta affermazione sul campo del Torino da parte di un lanciatissimo Milan, reduce dalla scoppola inflitta domenica sera alla Juventus. Ma non si poteva prevedere che si sarebbe ripetuto l’umiliante punteggio patito dal Torino ad opera dell’Atalanta nel gennaio 2020. In relazione a una partita che di fatto non c’è mai stata, ci limitiamo a ricordare i marcatori rossoneri: nel primo tempo, Theo Hernandez e Kessie (quest’ultimo su rigore); nella ripresa, Brahim Diaz e tre volte Rebic.

Se da un lato un simile passivo non può che risultare traumatico, dall’altro il Toro si consola assai concretamente con la sconfitta a Bergamo del Benevento terzultimo, che lascia invariato il distacco di quattro punti tra i granata e i sanniti che ora hanno soltanto due partite da giocare, tra cui proprio lo scontro diretto con il Toro all’Olimpico nell’ultima giornata.

Quanto ai granata, le partite da giocare sono invece tre. Sabato prossimo, fondamentale scontro diretto alla Spezia contro i liguri quartultimi; martedì prossimo il recupero in casa della Lazio; poi, come già ricordato, ultima giornata in casa proprio contro il Benevento.

Leave a Reply