Toro, tra gli infortuni e l’utopia europea


Questa sera il Torino si appresta a giocare una partita decisiva per l’Europa. Giocherà contro la Lazio, squadra che ha solo un punto in più dei granata. Partita complessa viste le assenze da una parte e dall’altra. Ma che non tolgono la magia ad un incontro che potrebbe far svoltare la stagione ad entrambe.

Juric, il treno Europa non passa sempre

Ieri, mister Juric ha presentato alla stampa la partita contro la Lazio e da subito ha messo in chiaro l’obbiettivo e l’aria che si sta respirando da qualche tempo nell’ambiente granata: “Ciò che importa è che siamo arrivati a un bel punto, con tanto sacrificio, e abbiamo una grande occasione per dare una gioia ai tifosi. Ciò che conta è l’aria al Filadelfia, il resto non conta. Siamo concentrati su queste partite, vogliamo ottenere il massimo. Il resto non ha influenza”

L’unica cosa che al momento preoccupa, in vista di stasera, il mister di Spalato non sono tanto le pressione quanto le possibili assenze: “In passato mancavano le pressioni, voglio che le abbiano: loro la vivono bene, si allenano bene, ma mi preoccupa l’emergenza. Sugli esterni non abbiamo cambi, dobbiamo valutare Djidji e Tameze. Voglio che ci sia pressione e che sappiano che possono regalare una gioia. Non voglio che subiscano le pressioni, ma che le sentano: i tifosi ci hanno fatto sentire un appoggio enorme, domani voglio il massimo. Non dobbiamo avere stress, possiamo giocarcela bene”

Le probabili formazioni di Torino-Lazio

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Lovato, Masina; Bellanova, Linetty, Ilic, Lazaro; Vlasic, Zapata, Sanabria. 

Lazio (4-3-3): Provedel; Marusic, Gila, Romagnoli, Hysaj; Guendouzi, Cataldi, Luis Alberto; Isaksen, Immobile, Felipe Anderson.

Difesa granata in emergenza viste le assenze di Rodriguez, Buongiorno e Schuurs e con Djidji che nonostante l’influenza dovrebbe partire dal primo minuto. In mmezzo al campo, l’unico dubbio è la titolarità o meno dall’inizio di Ricci in ballottaggio con Ilic, mentre davanti dovrebbe tornare Sanabria al fianco di Zapata. Quindi panchina per Pellegri. A centrocampo ci sarà sicuramente una maglia da titolare per il sempreverde Linetty. In forse anche Vlasic, le cui ultime prestazioni non sono piaciute a mister Juric.

Leave a Reply