Ufficiale: Allegri non allenerà più la Juventus

Posted On 18 Mag 2019

La telenovela è finita. Allegri non sarà più l’allenatore della Juventus nella stagione a venire.

N Photography

Ad ufficializzarlo ci ha pensato il club sul proprio sito ufficiale, oggi, verso le ore 13, con il seguente comunicato:

“Massimiliano Allegri non siederà sulla panchina della Juventus nella prossima stagione 2019/2020.

L’allenatore e il Presidente, Andrea Agnelli, incontreranno insieme i media in occasione della conferenza stampa, che si terrà domani, sabato 18 maggio, alle ore 14 presso la sala conferenze dell’Allianz Stadium”.

Dopo cinque anni di Allegri alla guida dei bianconeri, dunque, finisce un ciclo. Un ciclo vincente, quantomeno in Italia. In 269 partite il mister toscano ha collezionato 191 vittorie, 40 pareggi e 38 sconfitte, con 523 gol fatti e 205 subiti che gli hanno permesso di conquistare ben 5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane e due finali di Champions League.

Anche quest’anno il suo, Allegri, l’ha fatto, vincendo il quinto scudetto consecutivo e la Supercoppa Italiana, nonostante gran parte della tifoseria non gli abbia perdonato la scottante eliminazione ai quarti di finale di Champions League ed un gioco spesso blando e prevedibile.

Dopo la partita con l’Ajax, e la conferma dell’allenatore da parte del presidente Agnelli, con tanto di “Io resto alla Juventus” ribadito più volte dall’allenatore stesso, qualcosa è andato storto. Nonostante l’anno di contratto che ancora legava le due parti Allegri avrebbe voluto il rinnovo con un ritocco dell’ingaggio, oltre ad una rivoluzione della rosa, già bocciata da Nedved qualche settimana fa (“La rosa è molto competitiva, difficilmente migliorabile” aveva detto il vicepresidente della Juventus).

Oltre alle divergenze con la dirigenza erano ormai note quelle con lo spogliatoio: dallo scontento Dybala a Cancelo a cui spesso è stato preferito De Sciglio, fino ad arrivare a Mandzukic, Alex Sandro e Douglas Costa (probabili partenti). Sarebbe servita una vera e propria rivoluzione per poter continuare con il mister toscano, rivoluzione non necessaria secondo la dirigenza.

Una rottura inevitabile dunque, un ciclo che bisognava concludere nel modo giusto, e così è stato.

Domani alle 14 ci sarà l’ultima conferenza stampa di Allegri da allenatore della Juventus, con Agnelli al suo fianco.

Ed ora? Chi sarà il nuovo allenatore dei biaconeri?

Sul nuovo allenatore è già cominciato il totonomi. Si parla di Inzaghi, Mihailovic e Sarri, ma con ogni probbilità la Juventus punterà su qualcuno con più esperienza internazionale, qualcuno che ha gia vinto dei titoli. Ed allora ecco che, dopo le parole di oggi di Guardiola (“non andrò alla Juventus”) e la chiusura di Agnelli su Conte, i nomi caldi sono tre: Deschamps, Pochettino e Klopp e… chi vivrà vedrà.

Come cambia il mercato in uscita?

È ancora presto per poterlo dire, molto dipenderà da chi sarà il prossimo allenatore e da quali saranno i suoi progetti, ma sicuramente, sebbene fossero già dati come partenti, le probabilità che Dybala e Cancelo continuino ad indossare la casacca bianconera nella stagione a venire aumentano. Discorso diverso invece per Douglas Costa ed Alex Sandro, pronti a fare le valigie, il primo per motivi prevalentemente disciplinari, mentre il secondo non sembra più rientrare nei piani della società.

Davide Clivio

Tag:
L'autore

Altri articoli

Lascia un commento