Ultima settimana per partecipare al bando per gli eventi dell’estate torinese “Torino a cielo aperto”


Ultima settimana per partecipare al bando per gli eventi dell’estate torinese “Torino a cielo aperto”.

La domanda di partecipazione, corredata da tutti i documenti richiesti, dovrà pervenire entro le 12 del 23 aprile, a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) a: segreteria@cert.fondazioneperlaculturatorino.it  

Nell’oggetto va riportato “Domanda di partecipazione Torino a Cielo Aperto-Festival d’estate 2021 (+ nome ente proponente)”.

Il bando si può consultare sui siti:

www.fondazioneperlaculturatorino.it e www.comune.torino.it/bandi

Il progetto, che si concretizzerà in un cartellone di appuntamenti compresi nel periodo 1 giugno – 30 settembre 2021, nel rispetto dei protocolli di sicurezza nazionali e locali per contenere il Covid-19, vedrà il coinvolgimento di enti e associazioni torinesi. 

Le iniziative dovranno essere realizzate sul territorio della città (con esclusione delle piazze storiche del centro) preferibilmente in zone periferiche e/o in aree verdi.

Poiché l’attuale perdurare dell’emergenza sanitaria non consente di prevedere con esattezza quali potranno essere le condizioni per la realizzazione degli eventi dal vivo, nel bando si fa riferimento alle modalità sperimentate nel periodo estivo 2020.

Il budget previsionale destinato alla produzione dei progetti è pari a 300mila euro. Sarà compito della Fondazione per la Cultura Torino reperire i fondi sensibilizzando enti pubblici e privati oltre che pianificare la comunicazione. 

La liquidazione del sostegno finanziario avverrà in due tranches: il 70% di anticipo a inizio progetto e il 30% a saldo al termine della manifestazione.

A individuare i progetti idonei sarà una commissione composta da esperti del settore culturale e dell’organizzazione di eventi (esterni e/o interni all’amministrazione) che dovrà tenere conto di diversi criteri tra cui: qualità, originalità e carattere innovativo della proposta; capacità di raggiungere target diversi di pubblico; coinvolgimento del territorio con esclusione delle piazze storiche del centro cittadino e premialità per le zone periferiche e/o le aree verdi; sostenibilità economico-finanziaria con particolare attenzione ai costi inerenti il rispetto dei principi di Safety&Security e delle normative per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19; eco-sostenibilità; attivazione di forme di partenariato e co-progettazione tra soggetti diversi e modalità di collaborazione; esperienza in attività analoghe e durata.

Leave a Reply